In corso un blitz agostano per chiudere la chirurgia all’ospedale di S. Daniele? La denuncia dei consiglieri comunali del capoluogo del Friuli collinare

Si starebbe preparando un blitz agostano per chiudere la chirurgia all’ospedale S. Daniele del Friuli.  Questa la denuncia dei consiglieri comunali d'opposizione che chiedono testualmente che: "Il sindaco Valent faccia chiarezza e dica se è vero che l’Azienda Sanitaria vuole declassare il reparto di chirurgia del nostro ospedale, da struttura complessa con primario a struttura semplice senza primario. Dal primo cittadino devono arrivare risposte e atti su questioni concrete e urgenti che riguardano la salute dei cittadini: se è in corso un blitz d’agosto ce lo dica. Non perda tempo ad attaccare i consiglieri di minoranza né la sindaca di Treppo, né faccia scaricabarile sul passato”. Dichiarazioni dirette e precise quelle dei consiglieri Pd Paolo Menis, Romano Ovan e Fabio Spitaleri (S. Daniele Bene Comune) con Carlo Toppazzini (Civica 18 S.Daniele).  In sostanza secondo i consiglieri d’opposizione del capoluogo del Friuli Collinare “restano senza risposta altre pesanti domande”, tra cui elencano: “è vero che a fronte di 7 primari andati in pensione sono stati pubblicati soltanto due bandi per la loro sostituzione (pronto soccorso e anestesia)? È vero che per altri cinque posti di primario vacanti, non c’è nessun bando (chirurgia, fisiatria, nefrologia, psichiatria e oncologia)? È vero che il posto di primario di chirurgia è vacante dall’ottobre 2020 e nessun bando è stato pubblicato? E soprattutto – sottolineano - è vero che la delibera per il declassamento di chirurgia potrebbe essere approvata ad agosto?”.   Fosse come affermano da San Daniele sarebbe l'ennesima prova che continua l'opera demolitiva della sanità del Fvg, strategia precisa o incapacità?