In piazza anche a Udine i giovani di Fridays For Future in difesa del clima sulle orme di Greta Thunberg

Venerdì scorso in tarda mattinata in piazza Libertà si è tenuta la prima protesta per il clima a Udine organizzata da Fridays For Future Udine. L'iniziativa segue la scia della notissima Greta Thunberg, sedicenne svedese attivista per il clima. Hanno partecipato numerose  persone di tutte le età, a partire dai 16 anni fino agli over 80! Presente alla manifestazione anche il circolo di Legambiente di Udine e altre associazioni ambientali udinesi. Alcuni presenti hanno dato vita ad un animato dibattito attraverso alcuni interventi a favore dell'ambiente riunendosi poi tutti in cerchio in una suggestiva coreografia nella  piazza Libertà, luogo simbolo della città di Udine.
Tutti i presenti sono stati poi invitati ogni venerdì a scendere in piazza per far sentire la propria voce e sopratutto per l'iniziativa del 15 marzo prossimo quando si svolgerà uno sciopero globale per il clima. Fridays For Future si sta sempre più espandendo in tutta Italia, "oggi a Udine è stato solo l'inizio" ha commentato un giovane che ha parlato al megafono..

Chi è Greta Thunberg

Una  quindicenne che ha dato un senso al Cop 24
Diciamolo la Cop 24 di Katowice ha lasciato tanti dubbi e non solo alle associazioni ambientaliste per le conclusioni raggiunte. Ma in realtà una luce vi è stata, l’attivista svedese Greta Thunberg appena quindicenne con il suo discorso ha scosso gli animi. Le per difendere il clima non demorde e aveva deciso di recarsi in Polonia per intervenire alla conferenza sul clima.
Thunberg, 15 anni, affetta da sindrome di Asperger continua la sua azione di sciopero della scuola ogni venerdì, per chiedere al governo svedese e agli altri Stati di agire decisamente contro i cambiamenti climatici. Nel discorso tenuto alla plenaria della Cop 24 la giovane studentessa ha precisato come non fossero state prese decisioni adeguate alla gravità della situazione. Greta Thunberg ha poi invitato i ragazzi ad unirsi nello sciopero internazionale della scuola venerdì 14 dicembre, con adesioni da parte di studenti di tutto il mondo.

Questa la traduzione dell’intervento di Greta Thunberg durante la Cop 24 di Katowice in Polonia.

Il mio nome è Greta Thunberg, ho quindici anni e vengo dalla Svezia. Molte persone dicono che la Svezia sia solo un piccolo Paese e a loro non importa cosa facciamo. Ma io ho imparato che non sei mai troppo piccolo per fare la differenza. Se alcuni ragazzi decidono di manifestare dopo la scuola, immaginate cosa potremmo fare tutti insieme, se solo lo volessimo veramente.

Ma per fare ciò dobbiamo parlare chiaramente, non importa quanto questo possa risultare scomodo. Voi parlate solo di una crescita senza fine in riferimento alla green economy, perché avete paura di diventare impopolari. Parlate solo di andare avanti con le stesse idee sbagliate che ci hanno messo in questo casino. (…) Ma non mi importa risultare impopolare, mi importa della giustizia climatica e di un pianeta vivibile. La civiltà viene sacrificata per dare la possibilità a una piccola cerchia di persone di continuare a fare profitti. La nostra biosfera viene sacrificata per far sì che le persone ricche in Paesi come il mio possano vivere nel lusso. Molti soffrono per garantire a pochi di vivere nel lusso.

Nel 2078 festeggerò il mio settantacinquesimo compleanno. Se avrò dei bambini probabilmente un giorno mi faranno domande su di voi. Forse mi chiederanno come mai non avete fatto niente quando era ancora il tempo di agire. Voi dite di amare i vostri figli sopra ogni cosa, ma state rubando loro il futuro davanti agli occhi.

Finché non vi fermerete a focalizzare cosa deve essere fatto anziché su cosa sia politicamente meglio fare, non c’è alcuna speranza. Non possiamo risolvere una crisi senza trattarla come tale. Noi dobbiamo lasciare i combustibili fossili sotto terra e dobbiamo focalizzarci sull’uguaglianza e se le soluzioni sono impossibili da trovare in questo sistema significa che dobbiamo cambiarlo. Non siamo venuti qui per pregare i leader a occuparsene. Tanto ci avete ignorato in passato e continuerete a ignorarci. Voi non avete più scuse e noi abbiamo poco tempo. Noi siamo qui per farvi sapere che il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no. Il vero potere appartiene al popolo. Grazie”.

 

https://www.facebook.com/fridaysforfutureud
email: fridaysforfutureudine@gmail.com

Potrebbero interessarti anche...