Industria: Domani a Milano, Connext, il primo evento di partenariato industriale promosso da Confindustria, presente anche Confindustria “Venezia Giulia”

Apre i battenti domani Connext, il primo evento nazionale di partenariato industriale organizzato da Confindustria per connettere le imprese, associate e non, per accendere i riflettori sulla manifattura in Italia, la seconda a livello europeo, e per fare il punto sulle prospettive per le imprese, il lavoro e l’innovazione.
Un’evento per stimolare la riflessione su come farsi trovare preparati ai nuovi scenari economici e generare nuove occasioni di crescita per tutto il Paese, attraverso iniziative di networking, contaminazione con le startup e incontro tra filiere produttive, che inizieranno negli spazi espositivi e potranno poi proseguire sul marketplace digitale appositamente sviluppato, che resterà attivo fino a dicembre 2019.

Negli spazi del MiCo – Milano Congressi saranno presenti oltre 450 espositori suddivisi secondo quattro driver tematici (Fabbrica intelligente; Aree metropolitane motore dello sviluppo; Territorio laboratorio dello sviluppo sostenibile; Persona al centro del progresso). Oltre 4500 i visitatori iscritti che potranno partecipare a dibattiti su temi strategici o di approfondimento tecnico, oltre a incontri B2B, showcase e speedpitching. Numerosa anche la partecipazione internazionale con più di 50 realtà manifatturiere provenienti, tra gli altri Paesi, da Germania, Marocco, Est Europa.

All’evento parteciperà una delegazione di imprese della Venezia Giulia - Wärtsilä Italia, Pragma, Gesteco Spa, la rete BiohighTech Net, Simulware) e la stessa Associazione degli Industriali della Provincia di Trieste e di Gorizia.
In particolare, Confindustria Venezia Giulia sarà presente nei padiglioni del MICO con uno spazio espositivo di rilievo insieme alla rete d’impresa BioHighTech Net, a Simulware e alla Fondazione ITS Volta. Si tratta di un’occasione per valorizzare una delle peculiarità del tessuto imprenditoriale del nostro territorio, che vanta una presenza unica di realtà di rilievo (oltre 150 unità), di diverse dimensioni e specificità, afferenti al settore Smart Health, che coinvolgono 5 mila addetti, per un fatturato di 800 mln €, in crescita del 4% all’anno, con ulteriori potenzialità di sviluppo e di conquista di mercati internazionali.
Ed è stata proprio la considerazione che in Friuli Venezia Giulia ci sono numerose aziende dei settori biomedicale, diagnostica in vivo ed in vitro, informatica medica e bioinformatica, Internet of Things (IoT) e/o industria 4.0, biotecnologie per le terapie innovative e/o per l’agro-alimentare e/o per l’ambiente, tecnologie per l’ambient-assisted living, a stimolare, in seno a Confindustria Venezia Giulia, la nascita a inizio 2016 della BioHighTech Net, la prima rete d’impresa nell’ambito della “salute intelligente” per numero di associati, che coinvolge oggi 37 aziende e che ha l’obiettivo di stimolare la collaborazione tra realtà imprenditoriali e di facilitare l'accesso a fonti di finanziamento regionali, nazionali e comunitarie.
Profondamente connessa all’area Smart Health anche la Fondazione ITS A. Volta, un soggetto nato dalla collaborazione tra Università, Enti di ricerca, Enti pubblici e Aziende private (alcune parte della rete BioHighTech), per creare inediti percorsi formativi specialistici di alto livello post diploma che vogliono concorrere all’educazione di tecnici superiori nelle aree delle "Nuove Tecnologie della Vita", sempre più strategici per lo sviluppo economico e la competitività a livello nazionale e internazionale delle aziende smart.
Anche Simulware sarà nello stand di Confindustria per valorizzare le soluzioni innovative di formazione a distanza (e-learning) che dal 1999 offre al mercato privato e pubblico e che in breve tempo l’hanno resa un punto di riferimento in Italia nella fornitura di sistemi di Learning Management System, corsi multimediali web-based e corsi a catalogo su tematiche prevalentemente normative e finanziarie.