Inizia la giostra: Parte dell’attività oculistica e ortopedica, prevista al “Super” Ospedale di Palmanova, affidata ai privati

“La Regione FVG decide di affidare a soggetti privati parte di quelle attività programmate di oculistica e ortopedia che dovevano fare della struttura palmarina il Super Ospedale promesso, e ancora non realizzato, dall’Amministrazione Regionale. Mi chiedo se Palmanova debba attendere ancora per avere concrete possibilità di rilancio”. Queste le prime reazioni del Sindaco di Palmanova Francesco Martines alla notizia che vede trovare un accordo tra Regione FVG e strutture sanitarie private per offrire prestazioni chirurgiche programmate ai pazienti regionali.  Che aggiunge: “Comprendo e condivido sia necessario smaltire le attività arretrate, ferme da mesi per l’emergenza covid, ma questa poteva essere la giusta occasione per programmare la riorganizzazione dell’Ospedale di Palmanova, una struttura pubblica che ha ampie capacità di crescita, alte professionalità e 8 sale operatorie di ultima generazione. Perchè non soddisfare le liste d’attesa trasferendo dall’Hub di Udine all’ospedale di Palmanova personale per aumentare le sedute chirurgiche e quindi dar risposte con “il pubblico” alle legittime esigenze dei cittadini? Potrebbe essere questa l’occasione per realizzare a Palmanova quanto promesso ormai tempo fa? L’azienda sanitaria ci sta pensando?”. A inizio giugno si costituita la Conferenza dei Sindaci dell’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale e, a seguire, nominata la Rappresentanza Ristretta composta da 18 amministratori in rappresentanza dei 9 Ambiti sociali facenti parte dell’Azienda. Per l’Ambito sociale Agroaquileiese sono stati nominati l’Assessore di Cervignano Loris Pettenel e il Sindaco di Palmanova Francesco Martines.

“È necessario mettersi in azione subito per recuperare il tempo perduto e dare un assetto chiaro a un’Azienda complessa, nata dalla fusione fra due aziende e mezzo. Accelerare per definire un assetto chiaro agli ospedali regionali e dare subito servizi e risposte ai bisogni dei cittadini per arrivare, quanto prima, ad un preciso e ragionato Atto Aziendale, in base al quale si capisce chi fa e cosa”, aggiunge in merito Francesco Martines, Sindaco di Palmanova nonché componente della Rappresentanza Ristretta.

“Bisognerà definire cosa farà in prospettiva l’ospedale Hub di Udine e cosa faranno gli ospedali spoke di Latisana, Palmanova, San Daniele e Tolmezzo. Si dovrà capire come saranno eliminati i doppioni di primariato fra clinica universitaria e ospedale, quali saranno gli investimenti per migliorare l’efficienza tecnologica dei diversi stabilimenti ospedalieri. Si tratterà di capire come verrà impostata tutta l'assistenza territoriale, se il modello sarà quello della Bassa Friulana o se si prenderà ad esempio l'udinese, con una esternalizzazione spinta. Temi forti che, soprattutto dopo quanto abbiamo vissuto e stiamo vivendo con la pandemia, richiedono risposte certe ed urgenti”.