La Biblioteca Florio e il suo ruolo storico e culturale nel territorio: al via il ciclo di iniziative culturali

Far conoscere a un più vasto pubblico il patrimonio bibliografico e archivistico della Biblioteca Florio, riconosciuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia come biblioteca di interesse regionale, e riprendere idealmente il filo che la lega al secolo XVIII, quando fu centro di incontro e diffusione culturale a Udine e, più ampiamente, in Friuli. Con questi obiettivi la Biblioteca Florio dell’Università di Udine organizza un ciclo di iniziative culturali dedicate a I Florio e il Friuli. Tre le conferenze in calendario dall’11 al 25 novembre, con appuntamento ogni giovedì dalle 17.30 alle 18.30 nella sala Florio di Palazzo Florio (via Palladio 8, Udine). L’ingresso è consentito con green pass, fino a esaurimento dei posti disponibili. «Daniele e Francesco Florio, i fondatori della Biblioteca, e i loro discendenti – ricorda Andrea Tilatti, delegato per le Biblioteche e banche dati dell’Università di Udine - furono protagonisti dell'erudizione e della vita letteraria e artistica udinese e friulana. La Biblioteca ne conserva idealmente il lascito e l'Università degli studi di Udine, anche attraverso queste iniziative, si assume la responsabilità di ravvivare e rinnovare tale eredità». Giovedì 11 novembre Paolo Pastres, studioso di storia della critica d'arte, esperto di letteratura artistica settecentesca, parlerà de I ritratti di Daniele e Francesco Florio. Giovedì 18 novembre, Fabiana Savorgnan Cergneu di Brazzà, ricercatrice di letteratura italiana dell’Ateneo di Udine, traccerà il Ritratto di Lavinia Florio. Giovedì 25 novembre, Ilde Menis, bibliotecaria dell’Università di Udine, parlerà di Personaggi famosi, libri nascosti e tesori protetti: su alcune scoperte nei fondi antichi della Biblioteca Florio e dell'Università di Udine. Le registrazioni delle conferenze saranno successivamente rese disponibili sul canale YouTube “Play Uniud” dell’Università di Udine.