La mostra di Tony Wolf “attenti al lupo” porta al Paff! la magia delle illustrazioni per bambini

Il Palazzo Arti Fumetto Friuli di Pordenone apre le porte alla magia delle opere di Tony Wolf, il celebre illustratore di libri per bambini conosciuto in Italia e nel mondo. L’esposizione è organizzata e promossa da PAFF! in collaborazione con l’Associazione Tapirulan di Cremona ed è allestita nella suggestiva cornice di Villa Galvani, sede di PAFF!, affiancando e valorizzando in questo modo l’esposizione internazionale già in corso dedicata al fumettista spagnolo Juanjo Guarnido. L’inaugurazione è prevista per sabato 18 giugno alle 11.
Per il weekend, sabato 18 e domenica 19, PAFF! offre l’ingresso gratuito alla mostra di Tony Wolf ai bambini e ai loro genitori. Non perdete questa opportunità! L’autore. Tony Wolf è stato uno degli autori più amati dai bambini di tutto il mondo, in grado di incuriosire e sorprendere il pubblico di ogni età. I suoi libri sono presenti nelle librerie di quasi tutte le famiglie, ma in pochi sanno che dietro quel nome si nasconde la figura di un pacato e riservato signore italiano, nato a Busseto (Parma) e che fin da bambino ha vissuto a Cremona. Il vero nome di Tony Wolf è Antonio Lupatelli. Nato nel 1930, ha iniziato la carriera negli anni ‘50 realizzando storyboard per la Pagot Film dei fratelli Pagotto, poi si è trasferito in Inghilterra dove ha iniziato una lunga collaborazione con la casa editrice britannica Fleetway. Tornato in Italia inizia la collaborazione con il Corriere dei Piccoli, poi con Fratelli Fabbri Editore e infine con Dami Editore, con cui ha creato un sodalizio straordinario per durata e risultati. Ancora oggi in commercio ci sono oltre 200 libri illustrati da Tony Wolf. Lupatelli ha avuto anche una lunga collaborazione con l’editore Lo Scarabeo di Torino pubblicando, senza pseudonimi, svariati mazzi di tarocchi tra i quali I tarocchi degli gnomi, famosi per essere il più piccolo mazzo di tarocchi mai pubblicato. Tony Wolf muore a Cremona il 18 maggio 2018 all’età di 88 anni. L’esposizione. La mostra “Attenti al lupo” ripercorre l’intera carriera artistica di Antonio Lupatelli, che ha pubblicato anche con diversi altri pseudonimi: L’Alpino, Antony Moore, Oda Taro. Una grande sezione è dedicata alle opere che hanno reso celebri i suoi libri più importanti, come Le storie del bosco, Il viaggio delle Meraviglie, Il mio grande libro, Il paese dei giocattoli. Gnomi, folletti, giganti, fate e draghi sono protagonisti di tavole che sono visibili al pubblico grazie all’esposizione presente al PAFF! e comprende anche molti personaggi che hanno accompagnato l’infanzia di intere generazioni: il Signor Porcelli, Pingu e Pandi (illustrato con lo pseudonimo di Oda Taro). Si passa dai classici intramontabili, come Pinocchio, Cenerentola e I tre porcellini, a caricature grottesche in bianco e nero; dai disegni dei tarocchi a tavole inedite dei primi anni di carriera. Fabio Toninelli, curatore della mostra e rappresentante di Tapirulan: "Antonio Lupatelli si divertiva a disegnare, immaginando che i bambini si sarebbero divertiti quanto lui a sondare le sue meravigliose illustrazioni ricche di dettagli e umorismo. La mostra al PAFF è una bellissima opportunità per vedere dal vivo la maestria di un grandissimo artista, tornando a casa con il sorriso". Giulio De Vita, direttore artistico PAFF!: "Quando si parla di "cose per bambini" troppo spesso si pensa a cose di poca importanza o cose fatte alla leggera. È un luogo comune che invece denota con quanta superficialità il mondo degli adulti presti attenzione ai propri "cuccioli". Per fortuna ci sono autori, editori, formatori, studiosi che con scrupolosa attenzione dimostrano con il loro lavoro quanto importanti i bambini siano per la nostra società, presente e futura. Tony Wolf è uno di questi che ha lavorato una vita con meticolosa attenzione realizzando illustrazioni di perfezione formale impressionante per l'editoria per l'infanzia, regalandoci opere di somma maestria inossidabili nel tempo". Tony Wolf e Juanjo Guarnido. La mostra di Tony Wolf ben si abbina all’esposizione già in corso del fumettista di caratura internazionale Juanjo Guarnido, presente nell’area espositiva di PAFF! con “Blacksad – I colori del noir”. Un appuntamento eccezionale per grandi e piccini per ammirare dal vivo due giganti che hanno in comune, con approcci molto diversi ma con la stessa rigorosità, il tema dei personaggi zoomorfi – gli animali con caratteristiche umane. Da un lato, Guarnido con la drammaticità dei personaggi di Blacksad calati perfettamente e in maniera modernissima in caratterizzazioni del poliziesco americano degli anni ’50, dall’altro Wolf con le dettagliatissime, poetiche e allegre tempere acquerellate realizzate in decine di libri per l’infanzia nella sua pluridecennale carriera. Visite guidate. In occasione dell’apertura della mostra di Tony Wolf, sabato 18 giugno alle 15 il pubblico ha l’opportunità di scoprire le opere del noto illustratore attraverso la visita guidata proposta dal curatore Fabio Toninelli.
Visite guidate inoltre per la mostra internazionale “Blacksad – I colori del noir” ospitata negli spazi espositivi del PAFF!: sabato 18 e domenica 19 alle 16 Roberto Fratantonio accompagna i visitatori nell’approfondire la magnificenza delle opere del maestro del fumetto Juanjo Guarnido. Cos’è PAFF! PAFF!, acronimo di Palazzo Arti Fumetto Friuli di Pordenone è la prima istituzione culturale in Italia e una delle pochissime in Europa che promuove la divulgazione dell’arte e della scienza attraverso lo strumento facilitatore del fumetto, che permette una comprensione immediata e divertente delle tematiche culturali. Tramite il linguaggio intuitivo e giocoso delle immagini, PAFF! propone esposizioni temporanee, corsi di formazione, percorsi ludico-didattici, eventi e conferenze per varie fasce di pubblico. Fondato nel 2018 da Giulio De Vita, insieme a un team di professionisti provenienti da esperienze in settori eterogenei, PAFF! utilizza lo strumento del fumetto per interagire in maniera creativa, smart e multidisciplinare con gli utenti e farli avvicinare in modo divertente alla cultura. Il museo PAFF! è gestito dall’Associazione Vastagamma APS e sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dal Comune di Pordenone. Concepito inizialmente come progetto sperimentale, è oggi un’istituzione permanente che promuove la cultura, favorisce la formazione professionale, facilita lo scambio sociale e valorizza le risorse del territorio, grazie alla sua originalità e alla capacità, data dalle caratteristiche tipiche del fumetto, di coniugarsi con ambiti e tematiche anche molto distanti fra loro: l’arte, la scienza, le discipline sociali. PAFF! è inserito nel contesto gradevole e distensivo del parco Galvani, immensa area verde, punto di riferimento per lo svolgimento di attività all’aria aperta. Recentemente rinnovato attraverso un intervento del Comune di Pordenone, il parco assieme a PAFF! crea un dialogo simbiotico in armonia con la città.