Logistica: L’assessore regionale Pizzimenti ha incontrato i vertici dell’Interporto di Trieste. Asse Fernetti-Cervignano è strategico per Fvg

L'assessore regionale alla Infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti, con il presidente della società Interporto di Trieste, Giacomo Borruso, il direttore generale Oliviero Petz e il responsabile commerciale Fabio Predonzani.

"L'interporto di Fernetti è una struttura logistica strategica per il Friuli Venezia Giulia, sia in considerazione del suo ampliamento nell'area ex Wartsila a Bagnoli della Rosandra, sia per la recente acquisizione dell'interporto di Cervignano. Si tratta di una realtà grande ed estremamente complessa che viene gestita con attenzione, come dimostra la forte crescita dei traffici registrata in questi anni, che favorisce lo sviluppo dell'intero sistema logistico regionale". È questo il commento dell'assessore regionale alla Infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti, dopo aver vistato la struttura ed esseri confrontato con il presidente della società Interporto di Trieste, Giacomo Borruso, il direttore generale Oliviero Petz e il responsabile commerciale Fabio Predonzani. Pizzimenti ha espresso particolare apprezzamento per "la capacità dell'attuale dirigenza di finanziare ed attuare rilevanti investimenti direttamente dai bilanci della società, quindi senza attendere finanziamenti pubblici. Il tutto con un rilevante reinvestimento degli utili, che genera positive ricadute territoriali". Commentando il rilevante ampliamento di personale dell'Interporto di Trieste, passato in tre anni da 21 a 43 dipendenti, l'assessore ha precisato che "il fine ultimo di una società interamente pubblica come questa, che è gestita in maniera oculata e ha bilanci solidi, non è tanto la redistribuzione degli utili, quanto la realizzazione di investimenti che garantiscano occupazione e crescita economica per il Friuli Venezia Giulia".