Minacce a giornalista Rai in Friuli, la politica regionale si allarma

"Chi si è reso colpevole di tale gesto va ricercato, identificato e punito affinché in Friuli Venezia Giulia non si verifichino più episodi che creano sconcerto e allarme nella nostra comunità".
Lo afferma il governatore Massimiliano Fedriga in merito all'odierno ritrovamento di tre proiettili nell'auto del giornalista della Rafi Fvg, Giovanni Taormina. "A nome dell'Amministrazione regionale - prosegue Fedriga - esprimo solidarietà al diretto interessato così come a tutta la redazione Rai del Friuli Venezia Giulia, ricordando che l'impegno di tutti noi è quello di garantire la massima collaborazione alle Forze dell'Ordine affinché venga fatta chiarezza e si possa costruire insieme una democrazia dell'informazione che non può e non deve prescindere dal rispetto per la verità, per la professionalità e per la persona".

Solidarietà a Taormina arriva anche dal Gruppo consiliare M5S: “Rinnoviamo la solidarietà a Giovanni Taormina, giornalista della Tgr Rai del Friuli Venezia Giulia, vittima di un nuovo atto intimidatorio dopo quello già subito nello scorso aprile”. Lo dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Ilaria Dal Zovo, Andrea Ussai, Cristian Sergo e Mauro Capozzella, commentando la grave minaccia subita dal giornalista della Rai regionale, che ha trovato tre proiettili nella sua macchina, parcheggiata davanti alla proprio abitazione.
“Come abbiamo già affermato ad aprile, episodi di questo genere confermano come la presenza della criminalità organizzata nella nostra regione non sia marginale e non vada sottovalutata – proseguono i consiglieri -. Non possiamo quindi, accanto alla doverosa e sentita solidarietà nei confronti di Taormina, che richiamare a un livello di attenzione sempre maggiore sulle infiltrazioni mafiose in Fvg”.
Solidarietà al giornalista e allarme per l'accaduto anche dalla ex governatrice del Fvg e oggi parlamentare Dem Debora Serracchiani:
"I primi dettagli che si apprendono dal giornalista Taormina disegnano un quadro decisamente inquietante, alle cui fosche tinte non siamo abituati ma che non possiamo permetterci di sottovalutare. Diamo solidarietà al giornalista minacciato, facciamo sentire che non è solo, che la comunità è con lui senza riserve". Lo afferma la deputata Debora Serracchiani (Pd), in merito agli atti intimidatori di cui è stato fatto oggetto il giornalista della testata giornalistica della Rai Fvg, Giovanni Taormina.
"Tutte le istituzioni - aggiunge l'esponente dem - devono farsi sentire e alzare il livello di guardia, sociale e politico: questo è fare sicurezza. Gli investigatori ci stanno ripetendo che il Fvg è terra appetitosa per la criminalità organizzata, ed episodi come questo lo confermano, sono la punta di un iceberg poco visibile ma molto pericoloso".

Nuova intimidazione al giornalista Rai Fvg Giovanni Taormina. Solidarietà innanzitutto, ma al collega diciamo anche… attento ai finti amici