No vax volevano occupare l’ospedale di Pordenone. La polizia scopre il piano e li blocca. Un centinaio gli identificati

Friuli Venezia Giulia sempre agli "onori” della cronaca per “cose” no vax e dintorni. Questa volta però l'azione che voleva essere eclatante  a Pordenone è stata bloccata preventivamente dalle forze dell'ordine. La Questura di Pordenone con un cosiddetto “dispositivo di ordine e sicurezza pubblica” ha infatti sventato questa mattina il tentativo d'occupazione della Direzione sanitaria dell'Ospedale civile da parte di alcune decine di esponenti No Vax. L'operazione di polizia è stata possibile dato che la Digos aveva intercettato la notte scorsa alcuni messaggi che invitavano simpatizzanti No Vax a presentarsi davanti all'ospedale, per sostenere il personale sanitario sospeso dal servizio, in occasione dell'entrata in vigore da oggi dell'obbligo vaccinale per alcune categorie. Così le forze dell'ordine hanno bloccato davanti al piazzale dell'ospedale un centinaio di manifestanti: quest'ultimi sono stati identificati e invitati ad allontanarsi. Una persona che rifiutava l'identificazione è stata portata in questura anche perchè continuava a non indossare la mascherina. Il soggetto è stato sanzionato, fa sapere la Questura. Inutile dire che l'azione poteva essere davvero pericolosa, violare da non vaccinati luoghi di cura mette infatti fortemente a repentaglio l'incolumità di malati e personale.