Orrore senza rete: Attaccato e distrutto dal cielo l’ospedale pediatrico a Mariupol

Difficile controllare tutte le notizie che arrivano da qualsiasi fronte di guerra, sappiamo che perfino le immagini possono essere manipolate soprattutto quando sono affidate ai social che sono campo di battaglia altrettanto cruento. Ma di certo il quattordicesimo giorno di guerra in Ucraina è fra i più duri da raccontare, perchè chiaramente sono almeno due giorni che la strategia militare dell'aggressore russo  è cambiata e inizia a diventare più simile alle guerre che abbiamo dovuto documentare nel recente passato, una fra tutte quella in Siria.  Così la colonna sonora è diventa sempre di più quella delle sirene antiaeree risuonate in diverse città del paese ma questa volta accompagnate devastanti ed indiscriminati attacchi dal cielo. Non solo sono scattati gli allarmi per gli attacchi aerei a Kharkiv e Vinnytsia, dove i residenti sono stati invitati a raggiungere i rifugi, ma anche Kiev e soprattutto  a sud Mariupol dove i russi hanno bombardato l'ospedale pediatrico della città. Il fronte sud è infatti al momento  quello più battuto dai velivoli e ordigni russi. Le bombe su Mariupol arrivano mentre è in corso un cessate il fuoco in alcune città per evacuare la popolazione civile attraverso sei corridoi umanitari, dopo i fallimenti dei giorni scorsi, fattore che rende, se è possibile, l'attacco ancora più insopportabile. In raid aereo russo avrebbe distrutto in particolare i reparti maternità e pediatrici, lo ha riferito su Facebook il capo dell’amministrazione regionale di Donestsk, Pavlo Kyrylenko. Sono almeno 17 le persone rimaste ferite nell’attacco, ha affermato sempre il governatore della regione di Donetsk, secondo cui tra queste ci sono donne in travaglio e il raid ha violato il cessate il fuoco per i corridoi umanitari. Il presidente ucraino Zelensky ha immediatamente postato un video dell’incursione su Twitter: «Persone sotto le macerie. Bambini sotto le macerie. Questa è atrocità! - scrive Zelensky - Per quanto ancora il mondo sarà complice nell’ignorare il terrore? Chiudete subito il cielo, fermate subito gli omicidi! Avete il potere. Qui si sta perdendo l’umanità». I danni subiti dall’ospedale sarebbero «colossali», riportano le agenzie, ed in effetti le immagini di devastazione che arrivano non lasciano adito a dubbi.