Piccoli ospedali, nuova manifestazione dei Comitati. A Cividale la protesta per l’assenza della Regione

La consigliera Simona Liguori dei Cittadini era presente questa mattina alla manifestazione organizzata dal comitato “Io voglio l’ospedale a Cividale” per rimarcare la necessità della riapertura dei reparti di Medicina e del Pronto soccorso dell’ospedale della cittadina ducale. «Le molte persone che risiedono in questa area della regione - ha spiegato Liguori - sono costrette loro malgrado a raggiungere Udine per qualsiasi necessità ospedaliera. Il risultato? Lunghe liste di attesa per esami e pronto soccorso, reparti di Medicina per acuti sopraffollati con la presenza di più letti in stanze che dovrebbero contenere al massimo due pazienti. La risposta della Regione a tutti questi disagi non è stata la soluzione del problema, ma l’ennesima parata elettorale della Giunta Fedriga-Riccardi con qualche posto in più di RSA. La gente - ha aggiunto Liguori, commentando la numerosa presenza alla manifestazione - è evidentemente stanca delle promesse, ma anche scoraggiata di fronte a tanta incapacità di gestione. L’ospedale di Cividale del Friuli è una struttura funzionante e adeguata a garantire i servizi necessari a tutta la gente della Valli del Natisone, del Cividalese e del triangolo della sedia. Se ciò non avviene è soltanto per una scelta precisa e incomprensibile del centrodestra regionale. Ai coordinatori di tutti i comitati nati in difesa dei cosiddetti piccoli ospedali del Friuli Venezia Giulia va il nostro più sentito ringraziamento perché la loro determinazione nel rivendicare la giusta e doverosa attenzione anche al territorio ha fatto sì che sempre più persone e associazioni si rendano conto di quanto sta accadendo e alzino insieme la voce per protestare. È accaduto oggi e si ripeterà: di fronte all’assenza e alle scelte sbagliate della Regione continueremo a denunciare una situazione che preoccupa ma che ci vede uniti e impegnati a non mollare».