Piccolo Festival dell’animazione, oltre 100 corti animati provenienti da tutto il mondo 

Entra nel vivo dal 25 novembre la 14^ edizione del Piccolo (GRANDE) Festival dell'Animazione a San Vito al Tagliamento, la rassegna dedicata all'illustrazione e all'animazione d'autore, organizzata dall'Associazione Viva Comix con la direzione artistica di Paola Bristot, realizzato con il contributo del MIC, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Turismo FVG e con sede, da quest'anno, a San Vito al Tagliamento fino al 27 novembre con oltre 100 cortometraggi in gara da tutto il mondo, accuratamente selezionati e suddivisi in 9 programmi, ma anche incontri e mostre.

PROGRAMMA 25 NOVEMBRE

Fittissimo il programma del 25 novembre tra la zona PFA HUB, collocata nell'ex chiesa di San Lorenzo di San Vito al Tagliamento, dove già a partire dalle 10 si svolgeranno incontri con gli autori e alcuni membri delle giurie, e dove inaugureranno alcune mostre, e l'Auditorium di San Vito dove a partire dalle ore 14 si terranno le proiezioni dei corti in gara. Alle 10 al PFA HUB si terrà la presentazione del progetto in anteprima assoluta del film animato collettivo "Proiezioni", presentato da Roberto Paganelli. Questo film animato nasce da un collettivo motivato dalla voglia di raccogliere diversi contributi di singoli animatori (in erba e professionisti già affermati) sul tema della proiezione dello sguardo e dell'immaginario oltre l'isolamento dovuto alla pandemia. Il progetto è nato nella primavera 2021 con una Call for artists organizzata da POST Factory di Bari con il coordinamento di Beatrice Mazzone e la collaborazione di associazione OTTOmani (Bologna), associazione "La Scatola Blu" (Bari) e SPINE Bookstore (Bari). Gli autori che hanno presentato un contributo animato sono 24 e la selezione finale dei film è stata coordinata dall'autore Michele Bernardi. Dopo la proiezione delle 14 in Auditorium di una parte della sezione Arte e Animazione, lavori sperimentali che includono il film del noto artista Daniele Puppi, anch’egli tra gli ospiti del festival, si terrà alle 15 al PFA HUB un incontro per conoscere i membri delle Giurie: Ahmed Ben Nessib, giovane autore di origini tunisine, l’illustratore e animatore Pierre Bourrigault, Giuliana Carbi, presidente di Trieste Contemporanea, Ivan Cappiello della MAD Entertainment, l'artista udinese Alfonso Firmani e Chiara Magri del Centro Sperimentale di Cinematografia. Tra i giurati anche il noto direttore artistico di uno dei più grandi festival di animazione, quello di Ottawa, Chris Robinson, e Michele Riondino, presente in sala la sera del 25 novembre e protagonista di un incontro nel pomeriggio del 26 novembre. Alle 16 si terrà l'attesissimo appuntamento con i corti della sezione Animacija, dedicata alle autrici russe del Cinema d'Animazione, insieme ad Eugenia Gaglianone alla quale seguirà un evento unico, sempre nell'Auditorium di San Vito al Tagliamento, alle 18, l'anteprima regionale (prevista nel 2022 l'uscita nelle sale cinematografiche) del lungometraggio russo nella sua versione italiana Il Naso o la cospirazione degli Anticonformisti, geniale rivisitazione di due secoli di storia russa, da Gogol a Putin, un cinema che impasta decine di forme d'arte per raccontare la censura dei suoi “Mavericks” da parte del Potere, di Andrey Khrzhanovsky. A presentare l’evento Eugenia Gaglianone, che ha collaborato con la distribuzione del film, curatrice della sezione Animacija e in Giuria per la sezione Arte e Animazione e Opere Prime, insieme a Alfonso Firmani e Giuliana Carbi. Alle 19 due le mostre che inaugureranno al PFA HUB, quella di Sofiya Krugilova, artista di origine russa, ma studentessa all'Università ALU di Lubiana in cui si potranno vedere una quarantina di fotogrammi ed illustrazioni che ruotano intorno alla sigla realizzata da lei per il PFA di quest'anno e quella del FlipBoook d’autore Marche, un progetto Tonidigrigio ideato da Sabrina Maggiori, che sarà a San Vito per descrivere il progetto realizzato dalla Regione Marche, insieme a Valerio Giacone. Alle 21 in Auditorium si terrà la proiezione di una prima parte della Main Competition, i corti d'autore tra i più premiati nel mondo, tra cui spiccano "Il Gatto" di Donato Sansone, "Epidemia" dell'estone Kristjan Holm, "The Deep Water" di Anna Dudko dalla Lituania e i lettoni "Comeback" di Vladimir Leschiov e "Guard Of Honour" di Edmunds Jansons.

PROGRAMMA 26 NOVEMBRE

Venerdì il festival si apre alle 14 all'Auditorium con la proiezione della sezione Panorama che offre una panoramica appunto sul mondo dell’animazione dell'ultimo anno. Si prosegue alle 15 al PFA HUB per un Meeting con alcuni autori in gara tra cui Giacomo Laser, Daniele Puppi, Raffaello De Pol e Giulio Federico. Special guest l’attore e direttore artistico del Cinzella Festival Michele Riondino.  Michele Riondino, è stato chiamato insieme a Pierre Bourrigault ed il giovane artista tunisino Ahmed Ben Nessib, dal PFA a giudicare le sezioni, scelte non a caso, Visual&Music, dove è forte il legame tra immagine e musica, e Green Animation, a tema ecologico. Il Piccolo Festival dell'Animazione è infatti gemellato con il suo Cinzella Festival di Grottaglie (Taranto) che propone un connubio tra musica e cinema, fra proiezioni e concerti, con uno scopo ben preciso. Il Cinzella Festival, e il nuovo Spazioporto, un Cineporto di 500mq a Taranto, sono infatti nate da una sua idea e vogliono rappresentare un'alternativa alla città anche in termini di posti di lavoro per "combattere" l'ILVA di Taranto, l'acciaieria che ha le spalle una lunga storia di inquinamento e morti. Poi al via le proiezioni pomeridiane in Auditorium dalle 16 con la seconda compilation di Opere Prime e la prima di Green Animation, la nuova sezione di quest'anno che vede corti animati a tema ambientale ed ecologico. E alle 17 incontro con un ospite davvero d'eccezione al PFA HUB: Chris Robinson che parlerà di tematiche attuali e umorismo surreale nell'Animazione contemporanea, passando per l'animazione di Jacques Drouin, recentemente scomparso. Chris Robinson è uno scrittore e autore canadese. È il direttore artistico dell’Ottawa International Animation Festival (OIAF) e una figura ben nota nel mondo del cinema d’animazione. Di recente ha ricevuto il premio per il contributo eccezionale agli studi sull’animazione dal World Festival of Animation Film – Animafest Zagreb. Robinson è stato definito “uno degli esperti stilisticamente più originali e più provocatori della storia dell’animazione. Attualmente, Robinson sta lavorando con l’artista tedesco Andreas Hykade su “My Balls Are Killing Me”, una graphic novel sulla sua esperienza con il cancro. Sta anche collaborando con Theodore Ushev in un film d’azione dal vivo “Drivin” dell'Ottawa Festival. Infine alle 21 seconda compilation per la Main Competition che fra gli altri propone "Ba" di Svetlana Filippova originaria del Kazakistan con questa coproduzione francorussa, vincitrice all’International Film Festival di Edimburgo e di Russia nel 2021, "Metterò la zizzania nelle vostre case" di Michele Bernardi e "MVI 6743" di Giacomo Laser & Gioacchino Turù.

PROGRAMMA 27 NOVEMBRE

In attesa di conoscere i vincitori e delle premiazioni a tarda sera, alle 22.30, la giornata prevede una lunga carrellata di corti animati già a partire dalle 10 in Auditorium con AnimaKids e AnimaYoung, i corti selezionati da Giovanni Sgrò e giudicati anche dagli studenti delle scuole del Friuli Venezia Giulia. Animayoung è la sezione aperta solo agli studenti delle scuole medie e superiori con i corti realizzati dagli allievi di Accademie e Istituti d’Arte nazionali e internazionali, tra cui la Royal College of Art di Londra, l’Accademia delle Belle Arti di Zagabria e la FAMU - Scuola Televisiva e di Cinema dell’Accademia di Arte Performativa di Praga. Invece tra i lavori pensati per i più piccoli, Animakids, passeranno sul maxischermo dodici titoli tra cui "Cappuccetto senza paura", di Federica Pagnucco, (Italia, 2021), un lavoro in stop motion in cui esperimenti pittorici, collage ed elementi naturali danno forma ad una storia riscritta da un gruppo di ragazzi a partire dalla lettura di diversi albi illustrati. E poi "Un caillou dans la Chaussure" di Eric Montchaud dal messaggio potente sulla diversità e l'imigrazione, "Marmalade" di Radostina Neykova interamente realizzato con la tecnica del ricamo, "On The Hill" di Lukáš Ďurica & Juraj Mäsiar (Accademia di Arti Performative di Bratislava, Slovacchia,2020), due studenti che con questo lavoro si sono diplomati e "Che meraviglia!" del Gruppo Mira: Milena Tipaldo & Alessandra Atzori (Rai ragazzi, Italia, 2020), una storia che mette trasforma in una tavolozza di colori le emozioni dei bambini durante il primo lockdown durante la pandemia di Covid19. Oltre 800 gli alunni e i ragazzi che hanno visionato i corti tra Muggia, Gorizia , Pordenone e Udine. Tra le scuole della regione coinvolte nella votazione avvenuta sia in presenza al Kinemax di Gorizia, al Visionario di Udine e al Cinemazero di Pordenone, sia online, anche il Liceo Artistico Statale "Giovanni Sello” di Udine, l’Istituto Bruno Carniello di Brugnera e il Liceo Artistico Statale Enrico Galvani di Pordenone. Alle 12 al PFA HUB si terrà la presentazione del progetto di distribuzione Piccolo Festival dell'Animazione con il noto illustratore Michele Bernardi, Beatrice Pucci, autrice di film d'animazione in stop motion, scultrice e disegnatrice, Marco Capellacci e la musicista Monique Mizrahi. Alle 15.30 tra i lavori proiettati in Auditorium per Arte e Animazione anche "Notturno" del pordenonese Daniele Puppi, presente in sala, e "City Deep" di William Kentridge, ospite d'onore già in occasione dell'inaugurazione della mostra "Waiting for Kentridge" realizzata nell'ambito del Piccolo Festival alla Moroso Outlet di Tavagnacco. Gran finale per la terza compilation della Main Competition alle 18 con "Can you see them too?” del croato Bruno Razum, l'ultimo film di Špela Čadež, regista già nota per i suoi lavori commissionati anche da Netflix, in gara al Piccolo Festival con "Steakhouse", "Impossible Figures And Other Stories I” di Marta Pajek, corto animato candidato alla Palma D’Oro a Cannes nel 2018. A decretare i vincitori della Main Competition saranno Chris Robinson, direttore del Festival di Ottawa, uno dei più importanti festival mondiali di animazione, Chiara Magri del Centro Sperimentale di Cinematografia e Ivan Cappiello, tutti in presenza a San Vito al Tagliamento. Alle 19 Gianluigi Toccafondo terrà un incontro in occasione del finissage della mostra con una sessantina di fotogrammi del suo film “Dreamland”, la cui proiezione chiuderà il 27 novembre il Festival alle 22. "Dreamland" (2021) è un intenso viaggio visivo nel patrimonio culturale italiano UNESCO attraverso citazioni musicali dalla Tosca di Giacomo Puccini, antiche melodie del Mediterraneo e versi di Pier Paolo Pasolini. La seconda selezione della sezione Green Animation è prevista invece alle 21 in Auditorium e vanta "Polar Bear Bears Boredom", di Koji Yamamura, il maggiore vincitore di Grand Prix in tutti i principali festival internazionali di animazione e nominato agli Oscar nel 2003.

IL PFA HUB

L’ex Chiesa di San Lorenzo a San Vito al Tagliamento diventerà il PFA HUB dove si terranno incontri e tavole rotonde, con info Point e con vari allestimenti tra cui una selezione di opere di Scuole di Animazione Nazionali e Internazionali. Ospiti e immagini arriveranno dal Centro di Cinematografia Sperimentale grazie a Chiara Magri, dall'Università di Nova Gorica, dall'Accademia di Belle Arti di Venezia con le animazioni di carta di Annamaria Piran, lavoro coadiuvato dal Professor Dario Cestaro. Qui si terranno anche laboratori e dimostrazioni insieme all’Associazione OTTOmani che allestirà un piccolo set per imparare a realizzare con il proprio cellulare un’animazione. www.piccolofestivalanimazione.it

PFA si svolge con il contributo del MIC, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e del Turismo FVG. Moltissime le collaborazioni con cinema e festival internazionali: Animateka Film Festival, Stripburger (Lubiana), NotteNera Festival, Cinzella Festival, Cinemazero di Pordenone, Centro Espressioni Cinematografiche - Visionario CEC di Udine; La Cappella Underground di Trieste; Kinemax, Gorizia. Coinvolti anche il Comune di Muggia, di Staranzano oltre a San Vito Al Tagliamento. TriesteContemporanea, DobiaLab; Studio Kentridge, Galleria Lia Rumma; Istituto Italiano di Cultura di Dublino, Accademia di Belle Arti di Venezia, Accademia Tiepolo di Udine. La Fabbrica del Vedere di Venezia, la Fondazione Ado Furlan di Pordenone, la Libreria Martincigh di Udine, Aeson-EcoPark e DobiaLab, Ottomani Laboratori. AFIC, ASIFA e i Media Partner: Juliet Art Magazine, Radio Onde Furlane, AFNews, Ziggy frames.