Povertà energetica, nasce l’alleanza

E' nata l’Alleanza contro la povertà energetica. L’iniziativa che vede coinvolti come fondatori Adiconsum, associazione di consumatori fondata nel 1987 e presente su tutto il territorio nazionale, e Canale Energia, testata specializzata del settore energia e ambiente, già media partner di diversi progetti sul tema da diversi anni.

A seguito dell’interesse suscitato nel convegno “Luce sulla povertà energetica” realizzato lo scorso 6 marzo a Roma presso la sala Nilde Iotti, Camera dei Deputati, le due realtà hanno stabilito di procedere in modo sinergico e sistematico nella sensibilizzazione di istituzioni, aziende ed enti sul tema, dando un risvolto mediatico e informativo ai diversi stakeholder che si stanno interessando al problema.

Con l’ufficializzazione della nascita dell’Alleanza contro la povertà energetica, i promotori lanciano una call to action volta all’adesione al Manifesto contro la povertà energetica al fine di:

1. divulgare buone pratiche di efficienza e favorire la conoscenza del bonus energia, acqua e gas;
2. supportare alla lettura e alla semplificazione della bolletta;
3. educare alla sostenibilità e all’efficienza energetica degli edifici;
4. creare sinergia tra le varie iniziative in essere sul tema e gli stakeholder istituzionali.
Centro aggregatore dell’iniziativa sarà il sitowww.povertaenergetica.it, un hub per permettere l’aggregazione di notizie sul tema e creare un network di soggetti che intendono, con il supporto di ADICONSUM e Canale Energia, contrastare il fenomeno. Aziende, stakeholder istituzionali, associazioni, enti di ricerca e media sono tutti invitati a partecipare al progetto.

Cos’è la povertà energetica
La povertà energetica è un problema globale: non c’è Paese che ne sia libero. I numeri parlano chiaro: ancora oggi nel mondo 1,4 miliardi di persone non hanno accesso all’energia e 2,8 miliardi non possono accedere a fonti di energia pulite ed affidabili. In Europa50 milioni di persone non riescono ad accedere a forme adeguate di energia. Nel nostro Paese sono 5 milioni i poveri energetici.
Secondo l’Osservatorio Europeo sulla povertà energetica (EPOV) “in Italia circa il 16% della popolazione non riesce a riscaldare adeguatamente la propria abitazione, contro una media Ue dell’8,7%, e quasi il 9% è in ritardo con il pagamento delle bollette, rispetto a una media Ue dell’8,1%. Inoltre il 16% della popolazione ha una spesa energetica inferiore alla soglia minima contro una media Ue del 15,1% (dati 2016)”.
Si parla spesso di povertà energetica considerando solo l’aspetto economico, ma questo fenomeno ha un costo sociale molto elevato.
Salute e alti consumi energetici sono al centro dei problemi del povero energetico che spesso è anziano, disoccupato o minorenne. Un fattore che tocca non solo l’emergenza freddo, ma anche il rischio caldo soprattutto nella terza età. In questo contesto i venditori di energia possono fare molto divulgando buone pratiche di consumo e facilitando la fruizione da parte della popolazione degli strumenti fiscali e di supporto che i singoli Stati hanno messo a disposizione. In linea con gli obiettivi Ue, il network che ADICONSUM e Canale Energiaintendono realizzare, ha lo scopo di rendere soggetti attivi e partecipi gli stessi venditori di energia a cominciare dall’Italia, guardando poi anche ai paesi europei, realizzando un sistema di informazione e best practices internazionalmente diffuso e replicabile.

Adiconsum (Associazione Difesa Consumatori e Ambiente) è un’Associazione dei Consumatori costituita nel 1987 su iniziativa della CISL con sportelli di informazione e assistenza in tutte le regioni italiane presso le quali fornisce assistenza e tutela individuale e collettiva ai consumatori. Adiconsum è riconosciuta dalla legge, è membro del CNCU (Consiglio nazionale Consumatori e Utenti) presso il Ministero dello Sviluppo Economico ed è Associazione di Promozione sociale.

Canale Energia è una testata on line gratuita, specializzata in energie sostenibilità ambientale. Sostenibilità, efficienza, bioarchitettura, ma anche industria catena di produzione del cibo e tecnologia, mobilità e scelte del consumatore. Tutto questo ècanaleenergia.com testata partner media di diversi progetti europei dedicati alla povertà energetica. L’editore, Gruppo Italia Energia, è noto nel settore del b2b in campo energetico. Edita anche le testate: Quotidiano Energia; e7, il settimanale di QE; Ch4; Italia Energia ed Eidos.