Rinascita circenze. Spettacolo teatrale – coreutico – circense. Oggi al Parco del Castello di Susans (Majano)

Compagnia Il Posto Danza Verticale, ph. Robbinbici Zanni

Un castello per rinascere! Così si annuncia il primo appuntamento con il Festival MARAVEE CIRCUS, oggi 7 luglio alle ore 21.00, nel parco del Castello di Susans di Majano. Esplosivo, rocambolesco, contorsionistico, acrobatico, lo spettacolo intitolato “Rinascita circense” inscena una fiaba contemporanea tesa fra diatriba e ironia, battibecchi e passione, divertissement e lirismo. Intrecciando gesta teatrali, corpi ginnico-artistici e numeri circensi, inscena le meraviglie del corpo performativo inteso come metafora di un ottimistico corpo sociale teso all’attenzione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici e delle sue genti. Per iniettare nel pubblico nuovi stimoli di energica felicità condivisa! L’intero Festival - prodotto dall’Associazione culturale Maravee con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, il contributo e la collaborazione del Comune di Gemona del Friuli e del Castello di Susans, con il partenariato di Ortoteatro, CTA, Teatro della Sete, Associazione Danza e Balletto, Maravee Animazione, Gemonatletica e Comunità Collinare del Friuli - si fonda sull’idea di elaborare i concetti di trasversalità, multisettorialità e combinabilità che connotano il circo facendo leva sui valori che li sottendono: la gioiosa convivenza delle diversità e il principio d’inclusione, a loro volta forieri di un messaggio sociale ora più che mai necessario, ossia lo stimolo a gestire l’imprevisto e a reinventarsi il quotidiano.

Compagnia Il Posto Danza Verticale, ph. Paolo Sacchi

Il tutto in un sottile equilibrio – culturale e sociale -, tanto da stimolare la sensazione di “stare con il fiato sospeso”, facendo leva sul protagonismo del corpo performativo.  “Una sfida in nome della concreta ripartenza del settore artistico – afferma la direttrice del Festival Sabrina Zannier – ma con il cuore rivolto al pubblico. Nella convinzione che l’arte debba farsi carico, oggi più che mai, di un profondo ruolo sociale insinuandosi nelle questioni collettive, scavando nel terreno dell’esistenza contemporanea. Uno scavo che in questa edizione affiora come un’esplosione rocambolesca che inscena due diversi modi di concepire l’arte: come linguaggio per pochi eletti, rinchiuso nella torre d’avorio del sistema; e come messaggio da diffondere per offrire al pubblico una pluralità di sguardi sull’esistenza”. “Rinascita circense” è una suggestiva fiaba contemporanea in cui affiora il profondo credo di un’arte dialogante. Attraverso la messa in scena teatrale afferma l’identità e la cifra stilistica della ventennale produzione del Festival, fondata sulle scelte critiche di Zannier, che nella drammaturgia di questo spettacolo ha ideato personaggi strategici per l’impianto affabulatorio: Magodarte, la Contessa Pubblica e Artemisia, interpretati da Massimo Somaglino, Nicoletta Oscuro e Serena Di Blasio; Guardia Ovest e Guardia Est, interpretate da Davide Buzzi e Francesco Moretti.

Shannon Orfei

La parte rocambolesca del corpo performativo ginnico-artistico è stata invece affidata ai personaggi magici: I Pendolini – Compagnia Il Posto Danza Verticale; I Bucaneve – Valentina Cicconetti, Carolina Maldarelli, Francesco Brumat, Andrual Bagnariol Aloi, Giulia Sonego, su coreografie di Matilde Ceron, Associazione Danza e Balletto; e, direttamente dal Circo Armando Orfei, Supina – Sandy Orfei, Vertigo – Sharon Brinati, Libra – Sandy Orfei con Shannon Orfei. Tutti, o quasi, uniti nell’intento di inscenare la meraviglia dell’arte e della vita collettiva attraverso le bellezze paesaggistiche del Friuli Venezia Giulia, che faranno da quinta teatrale anche grazie ai video gentilmente concessi per la serata da PromoTurismo. Come si srotola la fiaba? Magodarte crea personaggi magici e apparizioni. Si è rifugiato nel magnifico maniero sul sommo di una collina isolandosi dal mondo insieme ai suoi artisti, perché crede che l’arte basti a se stessa. Odia il pubblico, convinto che dell’arte non sappia cosa farsene. Nel castello super sorvegliato e presidiato giungono, però, degli intrusi: la Contessa Pubblica e la sua assistente Artemisia, che vogliono convincere il Mago ad aprire l’arte al mondo, perché l’arte racconta la vita. Tra battibecchi e ironiche allusioni saranno i numeri circensi e coreutici dei personaggi creati da Magodarte e degli artisti da lui “rubati” alla Contessa a intrecciare la magia dell’arte coreutica e circense all’affabulazione teatrale. Riusciranno a convincere Magodarte che loro sono dei messaggeri per il popolo? Riuscirà la Contessa a riportare l’arte al pubblico? MARAVEE CIRCUS. Corpi ginnici e gesta teatrali: l’arte inscena luoghi e genti coinvolge tre Castelli, tesi fra cultura e natura, storia e contemporaneità. Dopo Susans, il 16 luglio ci sarà lo spettacolo “Equilibrismi” al Castello di Gemona e il 29 luglio al Castello di Colloredo, sempre alle ore 21.00. Lo spirito circense, teso a coinvolgere anche bambini e famiglie, si dilaterà inoltre in Animazioni artistico/sportive nel centro storico di Gemona domenica 10 e domenica 17 luglio, dalle 17.30. Tutto all’insegna della trasversalità e combinabilità circense, tanto da fare approdare Maravee, a fine settembre, sotto il tendone del Circo Armando Orfei!

 

Calendario

7 luglio 2022, ore 21.00

Rinascita circense

Susans di Majano, Parco del Castello di Susans

 

10 luglio 2022, dalle 17.30 alle 19.30

Circus in piazza

Gemona del Friuli, centro storico

 

16 luglio 2022, ore 21.00

Equilibrismi

Gemona del Friuli, Parco del Castello

 

17 luglio 2022, dalle 17.30 alle 19.30

Circus in piazza

Gemona del Friuli, centro storico

 

29 luglio 2022, ore 21.00

Il Circo delle idee

Colloredo di Monte Albano, Parco del Castello

 

29 settembre 2022, ore 21.00

Contorsionismi

Pordenone, Circo Armando Orfei

 

30 settembre 2022, ore 17.30

Contorsionismi - Replica

Pordenone, Circo Armando Orfei