Rischi ambientali e sanitari dall’incenerimento nella Cementizillo Buzzi Unicem di Fanna, esposto-denuncia del M5S

Rischi ambientali e sanitari per i cittadini provocati dal coincenerimento di rifiuti e rischi di perdita di resistenza meccanica dello stesso cemento prodotto. Sono i punti più importanti contenuti nell’esposto-denuncia inviato alla Procura della Repubblica di Pordenone sottoscritto dagli eurodeputati del M5S Piernicola Pedicini e Marco Zullo, dal deputato Luca Sult e dal consigliere regionale Mauro Capozzella. I portavoce del M5S chiedono al Procuratore di accertare se le emissioni prodotte dal cementificio Cementizillo-Buzzi Unicem di Fanna (Pordenone) siano dannose per l’ambiente e per la popolazione e nell’eventualità adottare da subito le misure cautelari per i responsabili e il relativo sequestro degli impianti. Nell’esposto, presentato “dopo approfondimenti effettuati nel corso delle nostre attività parlamentari”, i rappresentanti del M5S scrivono al Procuratore di Pordenone riguardo gli eventuali rischi, che possono derivare dall’emissione di metalli pesanti tossici per l’ambiente e dannosi per la salute umana, del coincenerimento dei forni di cemento. "Una situazione complicata quella del coincenerimento dei rifiuti nei cementifici – affermano i portavoce M5S – qui è in gioco ogni giorno la salute di tutti cittadini e, in particolar modo, quella dei bambini esposti in maniera più evidente a cromo e cadmio attraverso l’inalazione e l'assorbimento della pelle, mentre in pochi fanno affari bruciando rifiuti". "Dopo aver presentato esposti per altri cementifici in diverse regioni d’Italia che utilizzano questa pratica, chiediamo alla magistratura di intervenire anche a Fanna: la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente devono essere sempre al primo posto” conclude l’eurodeputato Piernicola Pedicini. In realtà della vienda si era già occupata nella scorsa legislatura la parlamentare di Sinistra Italia Serena Pellegrino che aveva polemizzato con l'allora  sottosegretaria del Ministero dell’Ambiente Silvia Velo, che aveva recepito, rispondendo ad una interrogazione in merito,  semplicemente quanto deciso in sede regionale sulla possibilità di utilizzare i CSS nel cementificio di Fanna.

Leggi anche

Emissione PCB cementificio di Fanna (Pn) interrogazione di Serena Pellegrino (SI)

Potrebbero interessarti anche...