Safest alla Nico Pepe nel segno di Shakespeare e della tragedia greca il 16 e il 18 luglio

Sono giornate intense alla Nico Pepe dove è in corso di svolgimento Safest che ogni sera propone spettacoli delle accademie teatrali ospiti o degli allievi diplomati della Nico Pepe. Si chiude in bellezza e tenendo fede alla vocazione internazionale e allo speciale spazio che alla Civica Accademia viene riservato alla dimensione linguistica, il "Macbeth" di Shakespeare sarà interpretato in inglese sabato 16 luglio (ore 21) da  Paul Goodwin, attore shakespeariano d’eccellenza, docente ospite alla Nico Pepe per apprezzati seminari di recitazione in lingua inglese, per l'occasione accompagnato dal musicista ucraino Dmitry Saratsky. Macbeth, una fra le più note e citate tragedie shakespeariane, pone al centro dell’opera la drammatizzazione dei catastrofici effetti fisici e psicologici generati sulle persone dall’ambizione, dalla brama di potere per interesse personale che porta a un gorgo inesorabile di errori e brutture. Il Festival si concluderà lunedì 18 luglio alle ore 21 con "Orestea. Le regole del giogo", in scena gli allievi diplomati della Paolo Grassi con la regia e drammaturgia di Maurizio Schmidt. Sontuoso affresco dell’Orestea di Eschilo (con la partecipazione di Farneto Teatro e Artesia Sicilia). Questo attraversamento dell’intera Orestea (Agamennone, Coefore, Eumenidi) di Eschilo è il viaggio alle radici del teatro di un gruppo di giovani attori provenienti da tutta Italia e diplomati alla Scuola Paolo Grassi di Milano. Safest è un'iniziativa condivisa con Vettori Ultramondo, si avvale del sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia (Bando Confini) e della partecipazione come main partners, del Ministero della Cultura  e del Comune di Udine, ai quali si affianca la Fondazione Friuli. Tra le collaborazioni AdeB Premio WhatWeAre.