Sanità: Liva (Pd), nel Pordenonese si smonta servizio pubblico in favore del privato

"Il progetto dell'assessore Riccardi e Fedriga trova nel Pordenonese il terreno in cui fare gli esperimenti più avanzati di privatizzazione e di smontaggio del servizio pubblico. Ma sia chiaro che indietro non si torna. Una volta attivati percorsi che indirizzano i cittadini verso la sanità privata, il destino del pubblico è segnato e sarà solo questione di tempo andare verso una completa esternalizzazione della salute". È la reazione del componente della segreteria regionale Pd Fvg Renzo Liva all'annuncio che nel Pordenonese saranno attivate convenzioni con quattro strutture private, per far fronte alla richiesta di interventi di cataratta. "In un periodo in cui le casse della Regione sono gonfie di risorse come mai prima - continua Liva - la destra ha prosciugato personale e presidi, e si vanta pure di risultati smentiti dai dati e dall'esperienza quotidiana dei cittadini. Pagare il privato perché svolga il lavoro che è attribuito al Servizio sanitario regionale significa che Riccardi ha rinunciato, è fallita la gestione della sanità pubblica e - aggiunge - tra le possibilità da prendere in considerazione c'è anche quella che sia un fallimento guidato".