Sanità: Shaurli, Governo ‘amico’ punisce Fvg “Fedriga sapeva di taglio 1% a spese personale?”

"Proprio il Governo 'amico' in pieno dibattito sulle Autonomie ha deciso di colpire le Regioni speciali in un tema così sensibile come la sanità. Dov'era Fedriga mentre il suo Governo e la sua maggioranza decidevano contro l'interesse del Friuli Venezia Giulia? La stessa velocità con cui ha minacciato di chiudere i confini con la Slovenia la impiegherà per chiedere che la nostra sanità non sia punita?". Lo afferma il segretario Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando l'introduzione del nuovo comma 4 bis al dl Calabria, in base al quale è confermato il taglio lineare dell’1% delle spese per il personale sanitario in Fvg.

Per il segretario dem "questa norma impedirà alla nostra Regione di assumere il personale sanitario di cui abbiamo estremo bisogno, soprattutto dopo i pensionamenti che la stanno indebolendo. È paradossale che nei giorni scorsi in Consiglio regionale si sia discussa una legge 'urgente e indifferibile' che toccava pesantemente la sanità e l’assessore alla salute non abbia nemmeno fatto cenno al fatto che la nostra Regione dovrà far fronte a un taglio di circa nove milioni e mezzo alle spese per il personale del Servizio Sanitario Regionale. Fedriga e Riccardi sapevano ma hanno taciuto la scomoda verità".

"Lo scorso aprile Riccardi aveva detto che - ricorda Shaurli - con una generalità di giunta avrebbe invitato le Aziende sanitarie e gli Ircss della regione a recepire il decreto Calabria varato dal governo. E ora si scopre che nel corso della conversione in legge le Ragioni a statuto speciale sono state escluse dalla deroga al taglio e quindi lo dovranno applicare".