Sanità: Spitaleri (Pd), da Fontanini silenzio su criticità Ospedale di Udine

"L'ospedale di Udine soffre, Pronto soccorso e Usca sono in situazioni critiche ma Fontanini pensa solo a quale autorevole incarico dovrà occupare: in quattro anni mai una parola, un monito, una solidarietà al personale, un'idea di sviluppo per la sanità friulana. Sarà lieto il direttore Caporale di non esser disturbato". Lo afferma Salvatore Spitaleri (Pd) a proposito della situazione del nosocomio di Udine e della risposta alla pandemia in Friuli. "A fine aprile il Pd in Consiglio regionale - ricorda l'esponente dem - chiedeva la riapertura dei posti di primo soccorso di Cividale e Gemona: sarebbe stata una scelta utile a evitare il sovraccarico dell'Ospedale di Udine, ma anche allora Riccardi oppose il suo Niet". Per Spitaleri "la struttura del 112, sotto il dott. De Monte ancora in sella, dovrebbe essere in grado di gestire, proprio nell'emergenza di queste situazioni, l'accesso alle strutture del Pronto Soccorso perché - aggiunge - forse è meglio essere trasportato in altra struttura che dover attendere tempi assurdi per le cure o andare col Covid dal proprio medico di famiglia"