Sanita’. Stabile (Fi):Presentata interrogazione sull’esodo medici pronto soccorso e 118

"La carenza dei medici di Pronto Soccorso e del 118 ha raggiunto numeri tali da compromettere i livelli essenziali di assistenza in tema di emergenza urgenza sull'intero territorio nazionale. La Commissione nazionale Emergenza ANAAO ASSOMED ha indirizzato una lettera aperta al Ministro della salute Speranza per evidenziare "le condizioni disumane in cui versano i Pronto Soccorso di tutta Italia, disumane per i pazienti e disumane per gli operatori" chiedendo "provvedimenti concreti a breve termine" per limitare la fuga degli operatori dai Pronto soccorso e favorirne il reclutamento. Già nel settembre 2021 l’ ANAAO aveva elaborato un elenco di provvedimenti idonei a frenare l'emorragia di medici dal PS, a cui è seguito soltanto il riconoscimento di un'indennità aggiuntiva per il personale di PS, ma non per quello del 118. L'indennità è risultata così esigua da essere definita dai medici "un'elemosina nelle tasche degli operatori", tanto da sembrare un atto di propaganda del ministro piuttosto che una misura concreta per trattenere gli operatori in PS e 118, da cui continuano a dimettersi in numero assai preoccupante. Dalle affermazioni del Ministro pare che null’altro di concreto verrà riconosciuto, almeno a breve, a favore di questi sanitari, nonostante l'emergenza sia un pilastro fondamentale del SSN e la sua tenuta risulti essenziale per la tutela della salute pubblica. Ho indirizzato un’interrogazione al Ministro per sapere se intenda o meno adottare misure quali il riconoscimento del lavoro in PS e 118 come “lavoro disagiato”, l’adeguata rivalutazione dell’indennità specifica e dell’indennità di guardia, ulteriori 10 giorni continuativi di congedo annuale. Ma anche la possibilità di assunzione dei medici specializzandi e il riconoscimento del ruolo degli ospedali nella formazione post laurea". Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Laura Stabile.