Segretario di Sinistra Italiana Fratoianni ha inviato una lettera aperta in occasione del centesimo anniversario delle barricate di Torre

Riportiamo di seguito la lettera aperta che l'On. Nicola Fratoianni segretari nazionale di Sinistra Italiana ha inviato in occasione del centesimo anniversario delle barricate di Torre di Pordenone:

"Alle antifasciste e agli antifascisti di Pordenone, ai compagni e alle compagne della Casa del Popolo di Torre, 100 anni fa, prima della presa del potere da parte del fascismo, la città di Pordenone e il quartiere operaio di Torre resistettero eroicamente alle violenze dello squadrismo fascista.  Il maestro Pietro Sartor e l’operaio Tranquillo Moras chiamarono a raccolta la popolazione e gli operai, dopo che il municipio cittadino venne devastato, le schede elettorali bruciate e le case di esponenti socialisti saccheggiate. Quando i fascisti provarono a fare ingresso a Torre trovarono uomini e donne di diverse culture politiche uniti nella Resistenza, mettendo a rischio la loro stessa vita. Le barricate di Torre furono uno dei primi esempi di Resistenza al fascismo in Italia e per questo motivo il centenario deve essere motivo di grande orgoglio per tutti i democratici e antifascisti, di Pordenone e non solo. Sinistra Italiana si unisce al ricordo di questi eventi, convinta che l’esempio di Torre sia ancora attuale per tutti gli antifascisti e con la certezza che non mancherà la capacità di riconoscere e contrastare ancora oggi chi vuole portare avanti quell’ideologia nefasta e criminale. 

Nicola Fratoianni, Segretario Nazionale di Sinistra Italiana"