Serate di cinema friulano: Domani al Visionario “Le Anime del fiume”. Ospite il regista Gianluca Fioritto

Si inaugura domani mercoledì 23 alle ore 20.00 con il film Le anime del fiume il ciclo SERATE DI CINEMA FRIULANO, un percorso che il Visionario dedicherà a produzioni legate al nostro territorio. Ad aprire questo percorso è il film della MoviEst Project con la regia di Gianluca Fioritto, storia di «un uomo, un padre, un frate, un benandante». Ospiti in sala il regista e il cast del film. La prevendita dei biglietti (intero €5, ridotto €4) è già attiva online e presso la cassa del cinema. Siamo in Friuli tra il 1468 e il 1518, un periodo fatto di epidemie, rivolte contadine e un potente terremoto. La storia ha come protagonista un uomo semplice di un villaggio delle colline friulane, sposato con una sua compaesana dalla quale avrà un figlio. Tutto viene stravolto da un’epidemia di tifo che si prende moglie e figlio lasciando l’uomo senza memoria morente in un fosso. Ma, quando tutto sembra perduto, un gruppo di briganti lo porta all’abbazia di Rosazzo, dove la sua vita cambierà radicalmente. Ciò che prima pervadeva la sua anima era un misto di superstizione e fede in un Dio temuto e che spesso era relegato in secondo piano rispetto alle streghe o agli “strionaz”, persone dedite ai riti pagani. Negli anni trascorsi in abbazia rinasce a nuova vita, scoprendo un Dio benevolo ed insito in ogni cosa del creato. Il suo percorso non è finito però: a causa un evento particolare deciderà infatti di lasciare l’abbazia e di intraprendere un cammino a ritroso, verso i suoi luoghi d’origine. Le anime del fiume, la cui sceneggiatura è firmata da Erica Grattoni, trae ispirazione dalla narrativa popolare, si fa apprezzare anche per la fotografia di Christopher Bortolutti, per le musiche di Matteo Gervasi e per il cast, che unisce interpreti come Monica Mosolo ed esponenti del teatro amatoriale locale e di gruppi specializzati in rievocazioni storiche come i “Popolani” di Cividale “Gruppo d'Arme Guarnieri” d'Urslingen e la “Compagnia dello Sparviero” di Feletto Umberto.