Sostegno agli anestesisti del Fvg anche dalla Rete DASI: sanità e salute per tutte/i

La rete DASI fvg , di fronte al lucido realismo e alla tragica severità della lettera indirizzata dalla sezione FVG della associazione AAROI-EMAC al presidente Fedriga, esprime piena solidarietà ai medici dell'Associazione Anestesisti e Rianimatori e a tutto il personale della sanità regionale: medici, infermieri ed operatori della sanità pubblica: grazie alla loro abnegazione il servizio sanitario regionale, pur fra mille difficoltà, ha continuato a lavorare per la salute di tutti i nostri concittadini.
AAROI-EMAC Fvg già nel novembre scorso aveva espresso al presidente regionale “serissime preoccupazioni per la situazione attuale che in rapida negativa evoluzione sta sottoponendo noi ed i nostri ospedali ad un’onda d’urto non sostenibile “, sottolineando la mancanza di “un’idea chiara ed un progetto preciso in grado di incidere su questa pandemia a tutti i livelli”. In quella occasione AAROI-EMAC FVG aveva affermato “durante questa pandemia molti nodi sono già venuti al pettine, il principale dei quali è di fatto l’inconsistenza di una sanità territoriale … senza le necessarie sinergie ed integrazioni con la parte ospedaliera, senza i chiari percorsi e senza le adeguate strutture in un risultato finale di un sistema sanitario che permane erroneamente, costantemente ed esasperatamente ospedale-centrico”
Preoccupazioni ampiamente condivise anche dalla Rete DASI fvg, che, di fronte al difficile momento vissuto dalle popolazione e dal Servizio Sanitario Regionale, a causa della pandemia da Covid-19, si è impegnata per contribuire alla revisione dell’organizzazione del Servizio Sanitario Regionale. Ha elaborato alcune proposte per garantire un’assistenza continua, flessibile e facilmente accessibile, con una visione globale e unitaria dei determinanti sociali della “salute di comunità e nella comunità”. La rete DASI fvg sollecita una progettazione partecipata per costruire con un disegno unitario, una forte infrastrutturazione dei servizi territoriali . Il potenziamento del territorio è parte di un disegno complessivo di rinnovamento del sistema sanitario e rappresenta un modo di concepire la sanità che riguarda tutti i livelli di assistenza, compresa l’assistenza ospedaliera.
Le sinergie fra sanità territoriale e strutture ospedaliere e fra assistenza sociale e assistenza sanitaria rischiano di rimanere solo sulla carta, se non si affrontano, coraggiosamente e con determinazione, sia le criticità evidenziate quali la situazione della gestione delle aree di emergenza delle terapie "semintensive”, sia altre storiche contraddizioni quali lo squilibrio tra medici e infermieri e l'inserimento dei medici della medicina generale fra il personale dipendente del servizio sanitario pubblico.
Secondo rete DASI fvg bisogna assumere, rifinanziare e affrontare questa emergenza sanitaria con un piano eccezionale: copertura di tutti i posti negli organici, ad ogni livello, con assunzioni a tempo indeterminato e progressivo aumento delle spesa per il territorio per la realizzazione concreta di strutture e servizi sociali e sanitari di base.
Rete DASI Fvg condivide la necessità evidenziata anche da AAROI-EMAC fvg di attivare strumenti di consultazione, ascolto, condivisione e verifica cui possano partecipare le comunità locali e tutti gli operatori del servizio sanitario regionale con le loro organizzazioni sindacali e professionali.

documento SALUTE per rete DASI 1 febbraio-1