Tecnologia antidrone per il concerto dei  Maneskin a Lignano: intercettati 10 droni dalla azienda friulana MD Systems

Nel terzo millennio il pericolo viene anche dal cielo, sono infatti ben dieci i droni intercettati e neutralizzati durante il concerto dei Maneskin dal sistema anti-drone israeliano MC-Horizon utilizzato da Md Systems al quale FVG Music Live, ha affidato la gestione della sicurezza. Ovviamente non si trattava di attacchi terroristici, ma sprovveduti cultori delle immagini aeree che incuranti dei pericoli dei loro "sorvoli" per l'incolumità altrui hanno tentato la sortita e perso il loro piccolo velivolo e probabilmente saranno anche oggetto di sanzioni se le forze dell'ordine dovessero risalire alla loro identità.   L'azienda di Udine MD Systems è intervenuta dando la copertura di sicurezza "aerea"  per lo show di ieri sera allo stadio Teghil di Lignano che ha coinvolto 28mila persona. La stessa tecnologia  e azienda verrà utilizzata anche per le future due date del Jova Beach Party, atteso il 2 e 3 luglio sulla spiaggia di Lignano.  “La tecnologia anti drone e la no-flyzone sono ormai una realtà per la sicurezza dei grandi eventi – spiega Marco Cavalli, analista della sicurezza per MD Systems – il sorvolo dei droni durante i concerti, infatti, può generare diverse tipologie di problema o pericolo: possono essere violate le norme dei diritti d’immagine se il drone è dotato di tecnologia video integrata, il velivolo può cadere addosso al pubblico e terzo, decisamente più grave, i droni possono essere utilizzati per azioni terroristiche. Le autorità della provincia di Udine preposte alla sicurezza si dimostrano così molto sensibili al tema, avendo scelto tale tecnologia”. Sviluppato dall’azienda israeliana McTech, MC-Horizon riesce a identificare un “oggetto volante” a 3,5 km di distanza, intercettarne la rotta e captarne i comandi sostituendosi ai comandi per portarlo lontano dalle eventuali zone a rischio e creare una vera e propria no-fly zone. Tale tecnologia, già utilizzata dall’esercito USA, dai reparti speciali portoghesi e dalla marina Thailandese, evita l’intrusione dei droni all’interno del perimetro: un’esigenza sempre più attuale per i grandi eventi, sia per evitare filmati e riprese di immagini non autorizzate sia ovviamente per la sicurezza delle persone.