A Udine l’Archeologia s’impara con … tatto

 

Il Museo Archeologico di Udine lancia il bando per il progetto "Archeologia ConTatto", con il quale s'intende realizzare un libro tattile universalmente leggibile per bambini ipovedenti e ciechi di età compresa tra i 3 e i 12 anni, coinvolgendo le scuole della regione e con il sostegno della Consulta delle associazioni delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Le scuole potranno candidarsi entro il 17 marzo.

L’iniziativa, completamente gratuita, comprende tre appuntamenti al Museo Archeologico, dal 20 Marzo al 2 Maggio 2017, coordinati da un operatore didattico. Il primo incontro formativo prevede  una visita guidata alle collezioni archeologiche ed un’introduzione all’uso del tatto quale senso per il riconoscimento e l’apprezzamento della realtà circostante. Questa lezione non si prefigge un intento prettamente didascalico, bensì mira alla sensibilizzazione dei bambini in tema di disabilità visive, quindi ad una parte frontale farà seguito una parte tecnica volta alla sperimentazione e al riconoscimento attraverso il tatto di diversi materiali. I successivi due incontri, che si svolgeranno alla Playroom del Castello, saranno destinati alla realizzazione delle illustrazioni tattili, delle quali il Museo Archeologico di Udine curerà la storytelling, l’impaginazione e la trascrizione in caratteri braille del libro tattile. Il 3 Maggio 2017 si chiuderà il periodo progettuale e tutti i bozzetti realizzati dalle classi partecipanti saranno sottoposti alla selezione di una commissione competente, che giudicherà le 12 illustrazioni che meglio accompagnano l’utente con disabilità visive al pieno apprezzamento di un reperto archeologico.
Prossima iniziativa dedicata alle disabilità sarà il 2 aprile, Giornata Mondiale dell’Autismo, con visite e laboratori speciali al museo.
Il libro tattile realizzato durante questo percorso formativo sarà presentato a giugno alla quarta edizione del concorso nazionale “Tocca a te!”, organizzato dalla Fondazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus, la Fondazione Robert Hollman e l’Istituto Serafico per i sordomuti e ciechi di Assisi.
“Archeologia ConTatto” e l’adesione alla Giornata Mondiale dell’Autismo rientrano tra le iniziative proposte dal Museo Archeologico di Udine nell’ambito di "Come-in!" , progetto triennale europeo, finanziato dal Programma Interreg Centrale Europe, in cui dal 1 luglio 2016 il museo è impegnato insieme ad altri 13 partner di Polonia, Germania, Austria, Croazia, Slovenia e Italia. Il progetto ha lo scopo di valorizzare il patrimonio culturale, potenziando le capacità di musei di piccole e medie dimensioni di attrarre visitatori, rendendosi accessibili alle persone con disabilità. Prevede il coinvolgimento di musei, associazioni di disabili, accademici, istituti di formazione e decisori politici provenienti dall’Europa centrale, che si impegnano a individuare standard transnazionali e a trasferire competenze tecniche per assicurare l’accessibilità ai musei coinvolti nel progetto. Più precisamente, il progetto si occupa di stabilire e mettere a disposizione delle linee guida per riorganizzare in modo accessibile collezioni e mostre, assieme ad un manuale di formazione per gli operatori museali.
Info e modulo di adesione per "Archeologia ConTatto" sul sito dei Civici Musei di Udine www.civicimuseiudine.it/it/news/332-concorso-archeocontatto