Udine: Tornano i viaggi onirici di Audiobus, a bordo della linea C!

Indossate le cuffie, sarà sufficiente ascoltare la voce narrante e lasciarsi accompagnare in un viaggio fantastico, in bilico fra reale e surreale. A bordo di un bus urbano gli spettatori saranno condotti in un percorso straordinario, onirico, in cui arte e spa-zio pubblico si contaminano. Un viaggio capace di mostrare la città sotto un’altra luce. In-somma, a Udine torna (ospitato nell’ambito ‘Terminal – Festival dell’arte in strada’, dal 25 al 27 giugno) la magia di Audiobus che ripropone al pubblico il percorso della storica linea C, la prima che ha dato avvio al progetto! La tappa friulana è organizzata in partena-riato con Circo all’InCirca e Terminal Festival e realizzata grazie al sostegno della Regio-ne Fvg, del Comune di Udine, e di Fondazione Friuli, con il supporto di Arriva Udine S.p.A.

IL VIAGGIO – Audiobus - un format di Zeroidee sviluppato in collaborazione con Gio-vanni Chiarot e Renato Rinaldi - dà quindi appuntamento per la sua 5^ edizione e lo fa con un programma ormai collaudato! Come di consueto i posti saranno limitati (massi-mo 35 per corsa) e sarà obbligatoria l’iscrizione online sulla pagina Facebook di Zeroidee oppure sul sito terminal-festival.com. Ma la performance multidisciplinare, dove tutto ac-cade contemporaneamente dentro e fuori l’autobus, quest’anno moltiplica i suoi viaggi arrivando fino a Trieste (per la terza volta) e facendo tappa anche a Gorizia.

AUDIOBUS LINEA C – La linea C (di Renato Rinaldi e Giovanni Chiarot, la voce di Nata-lie Fella e gli autisti di Arriva Udine) sarà un omaggio a Georges Perec, quest’anno in collaborazione con gli attori del CUT - Centro Universitario Teatrale - di Trieste. Un tragitto letterario, un percorso inatteso, gremito di suggestioni visive e sonore, di acroba-zie, di storie che ci interrogano: Cos’è che fa di una città, una città? Lo spazio attorno allo spettatore-viaggiatore si animerà, si popolerà, si deformerà al punto che non saprà più di-re cosa è finzione e cosa realtà. Audiobus linea C partirà da piazza Venerio sabato 26 e domenica 27 giugno, alle 17 (ritrovo alle 16.30) e alle 18 (ritrovo alle 17.30). La corsa du-rerà circa 50 minuti.

COS’ È AUDIOBUS, NEL DETTAGLIO? - Audiobus è un progetto di spettacoli e resi-denze artistiche che si sviluppa sugli autobus urbani. È come andare a teatro, ma al po-sto del palcoscenico ci si trova di fronte l’intera città. Artisti performativi, visivi e sonori ri-leggono gli spazi pubblici in modo inedito e guidano i cittadini, anche coloro che non sanno di essere spettatori, in un viaggio a dir poco sorprendente. Ogni spettatore riceve un paio di cuffie e una voce narrante lo accompagna, immergendolo nella città e nelle sue storie. L’approccio e il metodo utilizzato è quello della contaminazione tra diverse di-scipline artistiche quali per esempio la poesia, la musica, le arti sonore, visive e performa-tive. Vediamo ora cosa attenderci per le tappe udinesi!

INFO SUI VIAGGI – I posti sui bus saranno limitati a massimo 35 persone per ogni corsa, per questa ragione l’organizzazione ha previsto un’iscrizione online. Sarà sufficiente prenotare il proprio posto sulla pagina Facebook di Zeroidee oppure sul sito terminal-festival.com, scegliendo la data e l’orario della corsa. L’organizzazione, anche per que-sta edizione, ha deciso di non far pagare il biglietto. L’accesso alla performance sarà dunque gratuito. I ticket dovranno essere ritirati, all’infopoint di piazza Venerio. In quell’occasione saranno consegnate anche le cuffie. Coloro che non si presenteranno all’orario indicato non avranno più diritto di prelazione sul posto prenotato. Da lì i parteci-panti saranno accompagnati alla fermata dell’autobus dai volontari dell’evento. Audiobus è un format di Zeroidee sviluppato in collaborazione con Giovanni Chiarot e Renato Ri-naldi. La tappa di Udine è in partenariato con Circo all’InCirca e Terminal Festival e rea-lizzata grazie al sostegno della Regione Fvg, del Comune di Udine, e di Fondazione Friu-li, con il supporto di Arriva Udine S.p.A., che da subito ha creduto nel progetto e con la quale in questi anni si è consolidato un proficuo rapporto di collaborazione.

Prenotazioni su www.terminal-festival.com | Facebook Zeroidee |