Vaccini: Rojc (PD), Fedriga cerca scontro con Draghi

"Attenzione a cercare lo scontro con il Governo Draghi perché, come ha evidenziato Tremonti, la vaccinazione è una competenza nazionale e il governo potrebbe commissariare tutta la filiera. È deleterio il continuo pendolo di Fedriga e dei governatori della Lega su apro tutto-chiudo tutto, o su misure uguali per tutta Italia-misure diverse per ogni Regione. In particolare appare incredibile che Fedriga chieda di accelerare sulle riaperture dopo Pasqua proprio mentre il coordinatore della task force Fvg ammonisce che con questi dati sarebbe prematuro aprire subito dopo Pasqua. Queste incoerenze disorientano i cittadini e non danno un briciolo di certezza in più alle categorie economiche colpite". Lo afferma la senatrice Tatjana Rojc (Pd) commentando le critiche del presidente Fvg Massimiliano Fedriga alle valutazioni del premier Draghi sulle responsabilità delle Regioni nella campagna vaccinale.
"Come sempre - evidenzia la senatrice - le critiche sono ingenerose solo se riguardano l'operato dei 'governatori' leghisti, mentre diventano legittimi apporti se sono questi a rivolgerle al Governo centrale. Certi esponenti della Lega dovrebbero finirla con il doppio registro perché - puntualizza Rojc - a Roma il Governo è anche loro espressione, in Consiglio dei Ministri e in Parlamento".