Vaccino: Shaurli (Pd), Fvg ora segua indicazioni Figliuolo. “Troppi resistenti alla vaccinazione, Regione agisca”

“La Regione ora, senza tentennamenti e polemiche viste in passato, segua le indicazioni del commissario Figliuolo e del Governo impegnandosi a completare e rafforzare la campagna vaccinale provvedendo alla chiamata attiva e all’accesso alla vaccinazione senza prenotazione: siamo ancora tra i peggiori non bastano parole o tatticismi politici, serve agire e non è consentito sbagliare ancora. Occorre arginare il rischio di tornare in zona gialla, rimediare al persistente deficit nei tracciamenti, contenere lo stress delle strutture sanitarie. Assieme ai cortei che diffondono il virus e vanno strettamente controllati, desta preoccupazione l’esplosione di contagi nelle vicine Austria e Slovenia”. Lo afferma il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, dopo le comunicazioni del ministro della Salute Roberto Speranza, del commissario straordinario per l'emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo, e del presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Cts, Franco Locatelli.
“Nonostante il focolaio di Trieste sia sotto gli occhi di tutti – aggiunge il segretario dem - sono ancora troppi i resistenti alla vaccinazione: bisogna che la Regione si decida a porre in atto campagne serie, capillari e in collaborazione con i territori per convincere chi ancora non si è vaccinato e per partire subito e bene con le terze dosi. Bisogna poi che la Regione sia pronta – aggiunge Shaurli - anche alla possibile estensione dei vaccini, se nelle prossime settimane sarà autorizzata dalle autorità sanitarie nazionali e internazionali”.