A Pordenone Ateneo di Udine e Unione industriali insieme per dare valore aggiunto all’alta formazione

I corsi di area economica dell’Università di Udine a Pordenone offrono da quest’anno la piena attivazione nel polo universitario della Destra Tagliamento dei corsi di laurea triennale e magistrale in Banca e Finanza, eccellenza dell’alta formazione offerta dall’Ateneo friulano in ambito economico-fianziario. Il Centro Polifunzionale di Pordenone si qualifica così come punto di riferimento dell’alta formazione economico-finanziaria nel Nordest ma non solo, come testimoniato dalla provenienza geografica delle nuove matricole, che abbraccia una larga parte del territorio nazionale.

Nell’ambito dell’offerta formativa del corso di laurea triennale in Banca e Finanza, fra i diversi insegnamenti che verranno impartiti tra febbraio e maggio vi è il corso di Economia e Gestione delle Imprese, tenuto dalla professoressa Cristiana Compagno. «Dall’anno accademico 2017-2018 il corso – spiega Compagno - è stato completamente rinnovato nei contenuti e nella forma; un cambiamento finalizzato ad apportare un contributo significativo alla capacità didattica del corso di laurea triennale in Banca e Finanza, ponendosi come un insegnamento volto a fornire gli strumenti di base della gestione di impresa in ambienti dinamici, complessi e competitivi; strumenti flessibili e utili in qualsivoglia contesto decisionale d’impresa, essenziali al fine di completare la formazione specialistica degli studenti».

Il corso, in particolare, procede lungo un percorso fortemente orientato all’operatività manageriale, dove le teorie proposte in aula trovano puntuale riscontro in casi aziendali, esercitazioni pratiche e testimonianze di manager, imprenditori, e di altri soggetti al vertice del mondo dell’impresa.

«Il nuovo format, i nuovi contenuti e il nuovo approccio proposto dal corso di Economia e Gestione delle Imprese – riferisce Compagno - hanno da subito raccolto importanti consensi da parte degli studenti; un’esperienza preziosa ed importante, condensata nella pubblicazione di un manuale didattico a firma dei docenti del corso, adottato da quest’anno in aula».

Anche per il 2018/19 il corso di Economia e Gestione delle Imprese potrà contare sulla rinnovata collaborazione con Unione Industriali Pordenone, che per il secondo anno consecutivo rappresenterà un importante valore aggiunto.

Quest’anno il corso vede il coinvolgimento di Unione Industriali e del Gruppo Giovani Imprenditori, coinvolgimento che si concretizzerà con la presenza in aula di importanti testimonianze didattiche, rappresentative delle eccellenze del mondo di impresa locale. Si avvicenderanno in aula nomi importanti delle istituzioni, dell’impresa e della consulenza aziendale.

Dalla settimana del 25 febbraio si aprirà quindi un intenso periodo che vedrà gli studenti di Economia e Gestione delle Imprese coinvolti in un processo di apprendimento dinamico e stimolante. Ad aprire questa serie di incontri saranno l’imprenditrice pordenonese Martina Mazzon (Torneria Friulana del Legno), che il 26 febbraio porterà un intervento dal titolo “Strategie di internazionalizzazione delle PMI: il caso Torneria Friulana del Legno”, e il direttore generale di Unione Industriali di Pordenone, Paolo Candotti, che il 27 febbraio interverrà sul tema “Industria 4.0: cambiamento, sfide e opportunità per le imprese del Nordest”. Entrambe le testimonianze si terranno presso l’aula B1 del Centro Polifunzionale di Pordenone, dalle ore 14.30 alle 16.