Aborto, De Carlo, Dal Zovo e Capozzi (M5s): “E’ una conquista da mantenere e tutelare”

“L’aborto è un diritto importante, una conquista che non può in alcun modo essere scambiata per una scelta dettata da egoismo e cinismo, come definito da una lettera di accusa del Consigliere comunale di Udine, Giovanni Govetto.”, lo dichiarano in una nota congiunta le esponenti del MoVimento 5 Stelle FVG, la deputata Sabrina De Carlo, la Consigliera Regionale Ilaria Dal Zovo e la Consigliera Regionale e del Comune di Udine, Maria Rosaria Capozzi, riferendosi in particolare agli attacchi verificatisi anche nella nostra Regione nei confronti della campagna di sensibilizzazione sull’aborto farmacologico lanciata dall’Unione degli atei e agnostici razionalisti.

“La decisione di ricorrere all’aborto può derivare da molte situazioni che vanno da violenze subite a minacce di un compagno violento fino anche a problemi economici. Da questo punto di vista lo Stato è in ogni caso dalla parte delle donne e la recente approvazione dell’assegno unico per i figli ne è la dimostrazione. - spiegano De Carlo, Dal Zovo e Capozzi, che concludono: - In un Paese come il nostro dove la percentuale di obiettori di coscienza tocca il 70% a livello nazionale (nella nostra Regione è di quasi il 59%), non possiamo assolutamente permettere che vengano diffuse delle pericolose falsità che creerebbero solamente ulteriori ostacoli alla tutela di quello che è un diritto sancito dalla legge da oltre 40 anni. Ci riferiamo in particolare alla campagna ProVita lanciata in risposta ai manifesti della Uaar che definisce, tra le varie, la pillola RU486 veleno. Per non parlare degli insulti e le minacce giunti alla testimonial che ha prestato il volto ai manifesti. In questo contesto si deve perseguire il rispetto massimo per ogni posizione legittimamente sostenuta in un Paese democratico come il nostro."