Alleanza Verdi- Sinistra Italiana a fianco dei lavoratori Wartsila e portuali

Apprendiamo in queste ore dello sciopero dei lavoratori portuali di Trieste in solidarietà coi lavoratori Wartsila, mentre la fabbrica dei Grandi Motori viene smembrata facendo perdere un asset strategico per il Paese. Si apre così una nota di Alleanza Verdi Sinistra Italiana si dice  presente al fianco dei lavoratori Wartsila da lungo tempo , sia nel presidio sindacale sia nel Palazzo grazie a una interrogazione parlamentare di Nicola Fratoianni. Queste delocalizzazioni selvagge e devono finire, come nel caso della Flex" dichiara il segretario regionale di SI Sebastiano Badin "Sosteniamo la mobilitazione dei lavoratori il 3 settembre e chiediamo al governo di prendere il Controllo dell'azienda finlandese e salvaguarda un grande asset pubblico e l'occupazione in una città sempre più impoverita" Dichiara Tiziana Cimolino, coportavoce di Europa Verde e candidata capolista al Senato. «Di fronte all'ennesima delocalizzazione, il 3 settembre saremo nuovamente al fianco degli operai Wartsila, contro la decisione scellerata dell'azienda di chiudere il sito triestino. È evidente la sofferenza del tessuto industriale in Italia: servono urgentemente una legge antidelocalizzazioni e politiche industriali di rilancio nell'ottica della transizione ecologica» afferma Clelia Li Vigni responsabile lavoro dell'Unione Giovani di Sinistra