Animal Performance Studies: la scena del non umano in una cornice antropologica e filosofica

Tiziana Pers Pipistrelli bruciati per prevenire il diffondersi di nuove pandemie, Indonesia marzo 2020 / Bats burned to prevent new pandemics, Indonesia March 2020, 2020, olio e pigmenti puri su tela, 100x150 cm, Courtesy l'artista e aA29 Project Room

L’opera dell’artista friulana Tiziana Pers Pipistrelli bruciati per prevenire il diffondersi di nuove pandemie, Indonesia marzo 2020 è stata eletta a simbolo delle giornate di studio Animal Performance Studies: la scena del non umano in una cornice antropologica e filosofica che si terranno al DAMS / Università di Bologna il 7/8 maggio.
L’immagine iconica è stata realizzata dall’artista in dialogo con il modello della cancellata per le Fosse Ardeatine di Mirko Basaldella, per la mostra Contrappunto tenutasi al Museo d'Arte Moderna e Contemporanea Casa Cavazzini di Udine.

Il convegno nazionale Animal Performance Studies, a cura di Laura Budriesi, nasce dall’urgenza ecologica del nostro presente, una estrema vulnerabilità, condivisa da umani e non umani, la pandemia globale sullo sfondo della crisi climatica e della sesta grande estinzione. Se il "capitalocene" - l'avidità del neocapitalismo - è responsabile dell'abuso della vita animale che ha probabilmente prodotto il COVID-19, è altrettanto vero che la governance neoliberale ha posto le basi per la diffusione del contagio esacerbando le differenze di potere socio-economico.

Tiziana Pers sarà presente al convegno anche come relatrice con il suo intervento Azioni di coesistenza che avrà luogo sabato alle ore 13.10.
“Per poter trasformare qualcosa è necessario agire, ma l’atto deve essere inaspettato e tangibile allo stesso tempo: una nuova prospettiva si tramuta in un interrogativo sociale e fisico. Una filosofia del corpo richiede essenzialmente una filosofia dell’azione, includendo, e superando, il momento simbolico.
Art_History rappresenta uno dei progetti cardine della mia ricerca, e, in modo forse anche più radicale, del mio quotidiano. Consiste nello scambiare un mio dipinto con un animale che era destinato ad essere macellato: cavallo, asino, coniglio, agnello, pollo, maiale, anatra, capra, mucca, oca... a seconda del progetto. Il dipinto ha la medesima altezza o dimensioni dell’animale salvato. È un atto reale che permette di aprire diversi interrogativi: è possibile dare un valore economico ad un essere senziente? E ad un’opera d’arte? E allo stesso tempo si chiede: può l’arte salvare una vita?” (Tiziana Pers)

Tutti gli interventi potranno essere seguiti dalla diretta Facebook al link: https://www.facebook.com/damslab.lasoffitta