Buttrio, 500 presenze in Villa di Toppo Florio per Calici di Stelle 2022

Grande partecipazione di pubblico, stimata in oltre 500 presenze, all’edizione 2022 di Calici di stelle Buttrio, organizzato da Cittá del vino e dal Movimento del turismo del vino: almeno il 60% di ospiti in più (la maggior parte da fuori comune) rispetto al 2021, riportano dalla Proloco Buri. A confermarlo anche il consistente numero di degustazioni al banco di mescita di vini dei 21 produttori di Buttrio e delle specialità gastronomiche - molto apprezzate - de Le Fucine Caffè e di Bistrot di Buttrio. “Ha favorito il successo dell’evento anche il generoso contributo di tutti i volontari, che si sono prodigati dall’allestimento alla gestione e alla distribuzione di cibi e bevande - commenta il presidente della Proloco Buri, Emilio Bardus -, così come il concerto del quartetto Kramer, i cui organizzatori hanno riferito oltre 130 prenotazioni. La particolare disposizione della zona riservata al concerto ha facilitato l’ascolto e l’apprezzamento delle esecuzioni degli artisti -. E’ stata davvero una piacevole serata, allietata sì dalla musica, presente anche prima e dopo il concerto, ma anche dagli addobbi floreali che hanno reso la location di Villa di Toppo-Florio ancora più accogliente. Non è stato possibile, purtroppo, osservare le stelle e i pianeti attraverso i telescopi dell’associazione Astrofili di Talmassons a causa del cielo coperto, ma l’ostacolo è stato in parte superato grazie alla proiezione di un filmato su ciò che si sarebbe potuto osservare quella sera con i telescopi a disposizione. Bellissime, poi, le immagini del cosmo captate dal telescopio spaziale James Webb, che hanno conquistato soprattutto i giovani”. Un pienone che ha soddisfatto l’assessore al Turismo e coordinatore delle Città del Vino Tiziano Venturini: “Il calendario degli altri 21 eventi - organizzati dal coordinamento regionale delle Cittá del Vino - distribuiti sul territorio regionale ha ottenuto un buon riscontro dappertutto, a conferma che si stratta di un’iniziativa di qualità, certamente l’evento estivo più importante nel mondo del vino. Dopo la pandemia è tangibile il desiderio di cercare aggregazione. A Buttrio le nostre aziende vitivinicole erano tutte presenti, considerato che si trattava di una preziosa occasione per far conoscere le produzioni locali. Apprezzata anche la proposta gastronomica della ristorazione buttriese, pubblico numeroso anche per la rassegna musicale del circuito Noi cultura Turismo, nell’ambito del calendario Nei suoni dei luoghi. Sicuramente riproporremmo questa formula vincente anche il prossimo anno”.