Confindustria Udine sul tavolo energetico con le categorie economiche convocato dalla Regione

Un "tavolo energetico"  con le categorie economiche è stato convocato oggi dalla Regione. L’incontro odierno, si legge in una nota degli industriali,  è stato un proficuo tavolo di confronto tra molti attori interessati sia lato domanda che offerta. Dal canto suo, Confindustria Udine ha evidenziato le problematiche che colpiscono tutti i settori produttivi, non solo quelli energivori e gasivori. In chiave propositiva Confindustria Udine ha prodotto un documento con proposte che, per il tramite della Regione FVG, dovranno essere portate a livello nazionale. Si tratta di proposte all’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA), proposte rivolte al Governo e proposte specifiche per la Regione FVG. Il documento è molto corposo, citiamo solo alcune proposte: estendere i crediti di imposta per gas e elettricità, attuare le misure di “Gas release” ed “Electricity release” ossia il rilascio, a prezzi stabiliti tramite contratti pluriennali, della produzione nazionale, rispettivamente, di gas e di energia rinnovabile, individuazione aree idonee per lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, creazione di aggregazioni di carattere consortile, eccetera. Inoltre, ci sono tutta una serie di proposte, già depositate in Regione nel marzo 2022, sempre su Fer, efficientamento energetico, teleriscaldamento, combustibile da rifiuti, eccetera. Confindustria Udine, con la presidenza Benedetti, nel gennaio di quest’anno ha istituito una Commissione energia, che tratta tutti questi argomenti a supporto delle aziende associate. La Commissione è guidata dal dottor Marco Bruseschi, il quale, oltre a essere il presidente del Consorzio Friuli energia di Confindustria Udine, è anche il presidente del Coordinamento nazionale dei Consorzi energia di Confindustria.