Consorzio Bonifica P.F., Medio Friuli: pulito bacino scolmatore Corno-Tagliamento

Corno in piena (repertorio)

Sono stati ultimati i lavori di pulizia del bacino presso l’opera di imbocco del canale scolmatore Corno-Tagliamento, con l’asporto dei sedimenti che si erano depositati nell’ultimo periodo in occasione degli eventi alluvionali.

L’attività di manutenzione è stata realizzata dal Consorzio di Bonifica Pianura Friulana nell’ambito della convenzione sottoscritta con la Regione FVG (Direzione centrale difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile - Servizio difesa del suolo) per la gestione e manutenzione di questa importante opera idraulica, entrata in funzione a fine 2002.

Scambiatore dall'alto Corno Tagliamento

Negli ultimi anni l’opera ha garantito la sicurezza idraulica a vaste aree del Medio Friuli attraversate dal torrente Corno, in primis ai territori nei comuni di Rive d’Arcano, Mereto di Tomba, Codroipo.

bacino di imbocco del canale scolmatore Corno – Tagliamento al termine delle attività di pulizia

“Un’opera idraulica - evidenzia la presidente del Consorzio Rosanna Clocchiatti - che in occasione di eventi alluvionali particolarmente intensi ha funzionato più volte in questi anni al massimo delle sue potenzialità, evitando ai territori di valle enormi danni. Un’opera che va quindi mantenuta in efficienza, e l’intervento di manutenzione realizzato dal Consorzio è un passo importante in questa direzione”.

 

Nota tecnica

Lo scolmatore Corno - Tagliamento, mediante l’opera di imbocco a Rive d’Arcano (dove è presente un manufatto di sbarramento per limitare le portate del Corno a valle e un manufatto di imbocco) e la galleria lunga 5.300 m con diametro 5 m, è in grado di convogliare una portata di 100 m3/s nel fiume Tagliamento in località Aonedis di Là, in comune di S. Daniele del Friuli, limitando a meno di 20 m3/s la portata a valle.