Covid: Rojc (Pd), Speranza verifichi numeri reali terapie intensive in FVG. Interrogazione su sottodimensionamento pazienti Covid

Le ripercussioni della denuncia degli anestesisti del Fvg non si sono fatte attendere.  La senatrice Rojc  interroga il ministro sul denunciato"sottodimenzionamento" dei pazienti Covid.
“Il ministro della Salute disponga un’ispezione per appurare se in Friuli Venezia Giulia ci siano ben più pazienti Covid gravi in terapia intensiva di quanti dichiarati e se tale numero superi decisamente il valore di soglia di 50% dei posti letto intensivi totali occupati da pazienti Covid, come segnalato da una lettera del presidente regionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri”. Lo chiede la senatrice Tatjana Rojc (Pd) in un'interrogazione al ministro della Salute Roberto Speranza, dopo che è stata resa pubblica una lettera al presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, in cui si lancia l'allarme sulla "drammatica" situazione ospedaliera in regione e si denuncia un “sottodimensionamento dei numeri reali di pazienti di terapia intensiva" dovuto all'apertura di reparti di terapia semintensiva che in realtà sarebbero delle “vere terapie intensive gestite da anestesisti rianimatori, con pazienti gravi, ventilati e rapidamente intubati”.
Chiedendo di precisare “se, sulla scorta degli indicatori normativamente fissati, lo stato di occupazione delle terapie intensive incida sui provvedimenti di salvaguardia della salute pubblica”, Rojc invita il Ministro a “consultare i rappresentanti delle categorie professionali che hanno formulato la denuncia” e ad “appurare se e in quale misura la segnalata distorsione al ribasso dei dati delle terapie intensive abbia inciso nelle decisioni relative al mantenimento o alla cessazione di misure contenitive del contagio in Fvg”.