“Dai e Vai”- seminario formativo “Abilità sociali attraverso lo sport e non solo”

“Abilità sociali attraverso lo sport e non solo” questo l'argomento del seminario di formazione rivolto a docenti e formatori inserito nell'ambito del progetto “Dai e Vai: Sport, Inclusione, Integrazione, Socialità”, promosso dal Comitato Sport Cultura Solidarietà con il sostegno della Fondazione Friuli, che attraverso il Bando Welfare ha inteso sostenere questa iniziativa per la qualità dei contenuti proposti.

Da sempre lo sport viene considerato un veicolo privilegiato tramite il quale sviluppare le abilità sociali e trasmettere in modo diretto messaggi formativi, una tematica d'interesse per gli educatori che il 3 aprile, dalle ore 14.30 alle 17.30, presso l'Aula Magna del Liceo Marinelli di Udine, avranno modo di approfondire l'argomento grazie alle testimonianze di esperti del settore ed ottenere i crediti formativi da parte degli ambiti 7, 8 e 9 FVG. Info e modalità d'iscrizione entro il 29 marzo: https://bit.ly/2F2trMB.

I lavori saranno introdotti da Giorgio Dannisi, responsabile del progetto e docente di educazione fisica in quiescenza da sempre impegnato in progetti socio-solidali, e da Claudio Bardini, coordinatore dell'Ufficio Educazione Motoria Fisica Sportiva di Udine che patrocina l'iniziativa, che illustrerà progetti sportivi elaborati all'interno delle scuole prestando particolare attenzione agli aspetti educativi ed inclusivi.

Esperienze mirate saranno illustrate da Arianna Felettig, istruttrice di pallacanestro impegnata in prima persona nell'inserimento di un bambino con sindrome dello spettro autistico in un gruppo di mini basket, e Antonio Tomè, esperto di attività sportiva adattata presso il CIP e FISDIR impegnato nella realizzazione di progetti volti a far sperimentare ai più giovani i problemi che quotidianamente si trovano a dover affrontare le persone affette da disabilità fisica anche a cause delle barriere architettoniche; a concludere l'incontro Benedetta De Cecco, portacolori dell'Alma Madracs Udine che racconterà la sua esperienza in veste di giocatrice di hockey in carrozzina elettrica ed esperta di comunicazione ed organizzazione di eventi sportivi internazionali.

Sono in corso di svolgimento gli appuntamenti di sport integrato che coinvolgono giovani studenti e persone con disabilità di età scolare e delle Onlus - 20 incontri sportivo motori settimanali distribuiti nel corso dell'anno scolastico - e gli incontri formativi che si svolgono presso le sedi delle scuole aderenti e le strutture del territorio. Nel corso del mese di marzo in programma il 13° Meeting Indoor Città di Udine e il convegno “Solidarietà, integrazione e cultura socio solidale: la formazione inizia sui banchi di scuola” promosso nell'ambito della kermesse “Solidarietà in Rete”.

L'iniziativa, giunta alla 13^ edizione che vede anche il sostegno del Rotary Club Udine Patriarcato, coinvolge 10 istituti scolastici secondari di primo e secondo grado della provincia di Udine - IC I di Udine (capofila), IC II di Udine, Liceo “G. Marinelli” di Udine, l'Isis “B. Stringher” di Udine, l'Isis “R. D'Aronco” di Gemona del Friuli, l'ISIS “A. Malignani” di Udine, ITC “A. Zanon” di Udine, Educandato Uccellis di Udine, lC di Tricesimo e IC di Tavagnacco - le organizzazioni Onlus - “Comunità del Melograno”, “Insieme Si Può”, “Oltre lo Sport” e i CSRE dell'Azienda Sanitaria.

Potrebbero interessarti anche...