Depositata un’interrogazione per conoscere le intenzioni della Giunta regionale sulla casa dello studente di viale Ungheria a Udine

«Questa situazione di stallo non è accettabile. E non è accettabile pensare di cambiare destinazione a un immobile di fondamentale importanza, visto anche il suo ruolo sociale e di aggregazione, per gli studenti. Ci siamo rivolti alla Giunta per sapere se intende aprire un tavolo di confronto con i rappresentanti dell'Unione degli universitari di Udine e dell’Agenzia regionale per il diritto allo studio del FVG, il Comune di Udine, l’Università degli studi di Udine e i rappresentanti sindacali della FILLEA CGIL: è l’unica strada per giungere alla scelta migliore per la comunità studentesca». La perdurante chiusura della Casa dello Studente di viale Ungheria, a Udine, è un tema non più rimandabile secondo la consigliera regionale dei Cittadini, Simona Liguori, che con un’interrogazione si è rivolta alla Giunta al fine di ottenere le risposte che gli universitari attendono da anni. «Il futuro dell’immobile va chiarito al più presto e le decisioni in merito vanno condivise con tutti i soggetti interessati» conclude Liguori.