Dichiarazioni Irpef 2021: Indagine Ires, regione Fvg settima in Italia sul reddito complessivo Trieste ottava provincia

Il Friuli Venezia Giulia, in base alle dichiarazioni presentate nel 2021 (e riferite all’anno precedente), si colloca al settimo posto a livello nazionale per reddito complessivo medio dichiarato ai fini Irpef (22.559 euro, 171 in meno rispetto all’anno scorso). La Lombardia è la regione più “ricca” con una media di 25.331 euro, mentre in fondo alla graduatoria si colloca la Calabria con 15.633 euro. Lo rende noto una rielaborazione dell’Ires Fvg curata dal ricercatore Alessandro Russo su dati del ministero dell’Economia e delle Finanze. Il reddito imponibile medio (che non comprende quindi gli oneri deducibili) in Fvg è pari a 21.710 euro (contro una media nazionale di 20.851 euro). A livello provinciale Trieste presenta il valore più elevato, ossia un reddito imponibile medio pari a 23.376 euro, mentre Gorizia registra quello più basso (20.653 euro). Trieste risulta anche l’ottava provincia a livello nazionale (l'anno precedente era decima) e la seconda del Triveneto dopo Bolzano.
Nel 2021 è diminuito il numero di contribuenti
Nel 2021, fa sapere ancora Russo, il numero di contribuenti è diminuito dello 0,8% a livello nazionale è dello 0,9% in regione (-8.555 unità), dopo diversi anni di crescita che può essere messa in relazione con la fase espansiva dell’economia e del mercato del lavoro. Le dichiarazioni presentate l’anno scorso e riferite al 2020, invece, riflettono la situazione di emergenza sanitaria, che ha avuto pesanti ripercussioni anche sulle attività produttive. La riduzione riscontrata ha infatti riguardato principalmente i lavoratori dipendenti, diminuiti dell’1,6% in un anno (oltre 8.200 persone in meno), mentre il numero di pensionati è leggermente aumentato (+0,2%, pari a oltre 600 unità in più) dopo un lungo periodo di flessione. È anche interessante notare che il reddito pensionistico medio negli ultimi due decenni si è progressivamente avvicinato a quello derivante dal lavoro dipendente. In Fvg, in base alle dichiarazioni presentate nel 2004, il reddito medio dei pensionati era pari a due terzi di quello dei lavoratori subordinati; tale rapporto è costantemente cresciuto nel tempo fino ad arrivare attualmente a quasi il 90% (19.296 euro contro 21.651). Anche a livello nazionale la situazione è analoga, con i pensionati che dichiarano in media il 10% in meno rispetto ai lavoratori dipendenti (18.655 euro contro 20.716).
Il 4,5% dichiara più di 55.000 euro
La distribuzione dei contribuenti regionali in classi di reddito complessivo mostra che quasi il 40% si colloca al di sotto dei 15.000 euro, mentre lo scaglione con la frequenza più elevata è quello tra 15.000 e 26.000 euro (che include un terzo del totale). Infine, circa 41.500 contribuenti (pari al 4,5%) dichiarano più di 55.000 euro; tra questi solo 6.221 (lo 0,7%) totalizzano più di 120.000 euro.
I dati comunali
L'analisi comunale, basata sul reddito imponibile medio (l’unico disponibile a tale livello territoriale), vede ai primi posti in Italia due comuni lombardi: Basiglio (primo con 48.463 euro per oltre 5.600 contribuenti) e Cusago (secondo con 39.466 euro). Il primo tra i capoluoghi di provincia è Milano che, con una media di quasi 34.000 euro per oltre un milione di contribuenti, si colloca al nono posto.
In Fvg il comune di Moruzzo si conferma al primo posto (e 66esimo a livello nazionale, mentre l’anno precedente era 33esimo) con 27.576 euro, seguito da Pagnacco (26.307), Duino-Aurisina (24.945) e Campoformido (24.888); al quinto posto come l’anno scorso si trova Udine (24.884 euro). Le ultime posizioni sono occupate prevalentemente dai comuni delle Valli del Natisone (in particolare Drenchia, Grimacco, Savogna e Stregna tra gli ultimi dieci), dove la quota dei redditi da pensione è particolarmente elevata e i valori medi sono inferiori a 16.000 euro.
Le differenze territoriali a Trieste
Per i comuni di grandi dimensioni sono disponibili anche le informazioni reddituali in base al Codice di avviamento postale; per la nostra regione è il caso di Trieste. A livello nazionale al primo posto c’è l’area del comune di Milano contraddistinta dal Cap 20121 (che comprende ad esempio il Quadrilatero della moda) con un reddito imponibile medio pari a quasi 98.000 euro. A Trieste la zona con la media più elevata (34.497 euro) è quella contrassegnata dal Cap 34123 (che corrisponde parzialmente al quartiere di San Vito), mentre all’ultimo posto si trova quella con Cap 34132 (che comprende indicativamente la zona tra la Stazione Ferroviaria e il Borgo Teresiano) e un imponibile medio pari a meno della metà (16.131 euro).