Economia Fvg: Shaurli, centrodestra incartato su norma ‘macedonia’

"Una ridicola 'macedonia' con sole risposte puntuali ad interessi puntuali, senza coordinamento e senza alcuna visione strategica, con dentro orchestre sinfoniche, cantine e taverne. Questa è la norma venduta dalla Lega come il primo grande provvedimento di rilancio e stimolo all'economia regionale. Se queste sono le prove generali del nuovo centrodestra unito che vorrebbero fare a Roma, c'è da star freschi". È il commento del segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli al rinvio della discussione della Legge 26 "Misure urgenti per il recupero della competitività regionale".

"Mentre subiamo la recessione e crisi ormai quotidiane colpiscono il territorio regionale - continua Shaurli - le categorie economiche e i sindacati devono assistere al ridicolo siparietto di un centrodestra incartato, incapace di mettersi d'accordo anche su cosa significhi 'competitività' e alla incapacità di approvare anche i provvedimenti completamente inutili per il futuro dell’economia regionale".

"Il centrodestra prima ha presentato un provvedimento senza prospettiva e visione e poi - ha aggiunto Shaurli - ha svilito il Consiglio con centinaia di emendamenti, scritti nottetempo senza concordarli fra loro, producendo un pasticcio che ha fatto rinviare questo inutile provvedimento 'urgente'".