Economia: Liva (Pd), aggregazione Confindustria Veneto e Fvg sia governata: “Attenti a non fare i ‘sotans’ nei confronti di nessuno”

Come prevedibile  la notizia dell'aggregazione degli industriali Friul-veneti ha avuto immediata eco. Fra i primi ad esprimersi  il responsabile Economia del Pd Fvg Renzo Liva:“Un processo di integrazione e di aggregazione pare inevitabile e ineluttabile: l'annuncio dell'aggregazione fra Confindustria Veneto e FVG va in questa direzione. Ma anche i processi inevitabili vanno governati al fine di un rafforzamento complessivo dei territori, enunciando le opportunità ma senza nascondere i rischi”.

“Le due regioni – spiega Liva - hanno dimensione, peso e caratteristiche diverse a livello industriale, sociale e politico che non vanno sottovalutate. Vanno riconosciuti il dinamismo economico del Veneto, l'aggressività commerciale di cui è capace ma non vanno trascurati nemmeno i limiti di quel modello, ad esempio la pesante ricaduta sulla qualità dell'ambiente, sui fragili equilibri e confini fra aree industriali e comunità”. “Si sperimenti e si vada avanti ma – puntualizza Liva - si pensi alle potenzialità specifiche del Fvg che con Udine e Trieste non guarda solo al Veneto e, per dirla con parole familiari ai friulani, stiamo sempre attenti a non fare i ‘sotans’ (sottomessi) nei confronti di nessuno”.