Giornalismo fra diritto di cronaca e integrità della persona: ultimo appuntamento con i “Tajus – Apertivi con il giurista”

Fino a che punto possono spingersi il diritto all’informazione e il diritto a manifestare liberamente il proprio pensiero senza sfociare in una violazione dei diritti fondamentali della persona? Il complesso rapporto fra diritto di cronaca e integrità della persona sarà al centro del prossimo appuntamento con i “Tajus – Aperitivi con il giurista”, organizzati del Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Udine. Protagonista dell’incontro, in programma mercoledì 19 giugno dalle 18 alle 20 presso la Fondazione Friuli, in via Manin 15 a Udine, sarà Marco Azzalini, avvocato, professore associato di diritto civile, nonché docente di diritto dell’informazione presso l’Università di Bergamo.

L’appuntamento chiuderà le tre edizioni di Tajus – Aperitivi con il giurista, che hanno visto susseguirsi nei vari incontri ospiti esperti di fama nazionale e internazionale. «Sono felice di chiudere l’esperienza dei Tajus – Aperitivi con il giurista con Marco Azzalini, che oltre a essere un fine giurista, è per me anche un caro amico – dice Silvia Bolognini, ideatrice dei Tajus e docente di diritto agrario dell’Ateneo friulano, che condurrà l’incontro –. Credo che richiamare l’attenzione dei nostri studenti su di un tema delicato come quello della responsabilità civile dei giornalisti sia molto importante, soprattutto in un periodo come questo, in cui spesso si ha la sensazione che si stia perdendo la misura delle cose».

Come da tradizione, l’incontro si concluderà con un aperitivo, durante il quale verranno degustati i prodotti di un’azienda vinicola del Friuli Venezia Giulia. I Tajus - Aperitivi con il giurista, hanno infatti l’obiettivo di far incontrare la tradizione del taj friulano e lo jus, cioè il diritto, attraverso occasioni informali di confronto con esperti di fama nazionale e internazionale, incentrate su temi di attualità.