Il documentario Start wearing purple sul referendum per la casa a Berlino Al Visionario di Udine e a Cinemazero di Pordenone alla presenza dei registi

Start wearing purple, il documentario che racconta la storia del movimento nato dal basso per promuovere il referendum sulla casa a Berlino nel 2021, sarà al Visionario di Udine martedì 31 maggio alle 19:30 e a Cinemazero di Pordenone mercoledì 1 giugno alle 21, in collaborazione con il Pordenone Docs Fest (ingresso unico 6 euro). Interverranno i due giovani registi: Müge Süer, nata e cresciuta a Istanbul, ricercatrice in Economia a Berlino, e Hendrik Kintscher, tedesco, attivista e videomaker.

Il film narra le vicende di cinque berlinesi provenienti da diversi paesi, ciascuno con la propria storia e il proprio background, che si ritrovano a far parte di un gruppo di quasi duemila persone che, unite nel movimento Deutsche Wohnen & Co. Enteignen, condividono l’impegno nel combattere insieme per una causa.

«Povertà, cambiamento climatico, disastri, disuguaglianze... Entrambi eravamo stanchi di vedere gridate continuamente queste distopie, nei film ma anche nelle notizie e sui social media», affermano i due registi, «così ci siamo decisi a raccontare una storia che possa infondere speranza e motivare le persone ad agire per il cambiamento. Volevamo mostrare che ci sono modi concreti di impegnarsi in prima persona per migliorare il contesto in cui viviamo e vivono le persone ci circondano».

Le proiezioni si inseriscono nell'ambito del progetto incentrato sul concetto di gentrificazione e ideato dall’Associazione Espressione Est. Dal 28 maggio al 1 giugno, in diverse sedi, tra cui il Visionario e Cinemazero, con la partecipazione di Ordine Architetti, Corde Architetti Associati, Spazio Udine - Comitato Autostoppisti, Fiab - aBicitUdine, si svolgono diversi appuntamenti. Un convegno, incontri, proiezioni e dibattiti porteranno l’attenzione sugli aspetti e le conseguenze sociali del riuso di architetture e quartieri, dall’esempio paradigmatico di Berlino ai più vicini casi nostrani dell’ex Birreria Dormisch e delle caserme militari dismesse.

L’obiettivo è quello di raccogliere i punti di vista e le reazioni dal basso, dando voce a coloro sui quali ricadono le conseguenze del progressivo cambio di destinazione d’uso, dettato di volta in volta da diverse cause e obiettivi, di edifici e quartieri un tempo destinati a differenti tipologie o fasce sociali.

Oltre alle proiezioni al cinema, domenica 29 maggio alla Casa delle associazioni presso l’ex Caserma Osoppo di Udine, alle 18, a partire dal progetto Un paese di primule e caserme, nato nel 2008 a opera di Corde Architetti Associati e Cinemazero (premio RI.USO del CNAPPC nel 2012 e nel 2013 diventato un libro e un film, www.primulecaserme.it) e incentrato sulla dismissione militare delle caserme in Friuli Venezia Giulia, verranno presentati ancora gli esempi di Berlino (Aeroporto Tempelhof, appartamenti per senzatetto, scuola della ONG Tubman.Network per intaking di immigrati, Autostrada A100) e di Udine e Trieste dall’ Ex Caserma Osoppo, alla Ex Birreria Dormisch, dal Palazzo Eden, al Cinema Odeon e a Porto Piccolo.

Il teaser di Star wearing purple: https://www.youtube.com/watch?v=63ETLBtCMvo&t=49s