Il re è nudo e la siringa anche ed ha imboccato la via della seta

Ora che il re è nudo anche gli struzzi tirano fuori la testa dalla sabbia. Ci sono voluti giorni perchè sortisse un qualche effetto la notizia (che come FriuliSera avevamo anticipato il 3 luglio)  che il dottor Amato De Monte, in barba ad ogni normale procedura vaccinale aveva intrapreso la via della seta pur di non cedere alla normalità scientifica vaccinale. La Cina è vicina si diceva un tempo, i vaccini cinesi lo sono meno, dato che non sono validati da Ema e Aifa, gli organismi di controllo rispettivamente europeo e italiano senza la cui autorizzazione nessun farmaco può essere distribuito sul nostro territorio. Evidentemente le centinaia di milioni di italiani ed europei, (medici, cittadini fragili e medici fragili compresi, tutti evidentemente stupidi ed ignoranti), che hanno accettato di farsi inoculare in nome del bene proprio e di quello comune i vaccini “imposti” dalle autorità sanitarie sono sudditi acefali. Una notizia, quella dell'utilizzo del vaccino cinese SINOPHARM BBI BP-CorV da parte del dottor Amato che come FriuliSera che solo oggi ha visto una reazione adeguata da parte della politica del Fvg che è come un Diesel, ha bisogno di scaldarsi per non grippare. Il re è nudo, ora visibile, anche se lo era da giorni. Poco male, meglio tardi che mai.

Amato De Monte e il mistero del vaccino cinese. Sarebbe il SINOPHARM quello fatto “idoneo alle sue condizioni di salute”