In viaggio nel lontanissimo e vicinissimo Dante. Escursioni teatrali sul territorio, nella natura, osservando il cielo

 

Dal 18 agosto all’11 settembre la prima parte della VII edizione della rassegna Fila a Teatro con 5 tappe itineranti ispirate all’opera del Sommo Poeta: Grotte di Pradis, Cordovado, Monte Prât, Castello di Cucagna e Osservatorio Astronomico di Remanzacco. Molino Rosenkranz dedica a Dante la prima parte della VII edizione di Fila a Teatro, soffermandosi anche su aspetti meno conosciuti della produzione letteraria del Sommo Poeta.
Nelle cinque escursioni teatrali in programma dal 18 agosto all’11 settembre, lo spettatore viene guidato alla riscoperta di versi, di luoghi, di emozioni e dell’attualità di colui che per la prima volta, nel Convivio, usò la parola “attualitade”. La proposta di Molino è un “viaggio” insolito nel Dante che fu anche filosofo, astronomo, geografo, politico, teologo, esperto dell’arte marinara, studioso a tutto tondo e che scrisse di donne, di ambiente, di natura.
Gli appuntamenti che proponiamo «non saranno rappresentazioni di Dante e dei personaggi della Divina Commedia, ma una rielaborazione artistica che evoca il pensiero e l’opera del poeta restituendo suggestioni e riflessioni secondo uno spartito insolito e inaspettato» precisa il direttore artistico della compagnia, Roberto Pagura. Insieme a lui, nelle letture in programma sulle diverse scene, Chiara D’Agostini e altri interpreti di Molino Rosenkranz.

Il contatto con il territorio, le partnership, le collaborazioni artistiche con musicisti, coristi e danzatori e la scelta di luoghi inaspettati e non convenzionali segnano lo stile dell’evento che fa vivere il teatro, anche fuori dai luoghi canonici.

Si parte con l’escursione nelle Grotte di Pradis a Clauzetto (mercoledì 18 agosto, primo turno alle ore 20.15; secondo turno alle 21.45) con apparizioni di figure, ombre, letture e musica su “L’inferno di Dante, creature mitologiche, passioni, paure e debolezze dell’animo umano”.

La seconda tappa ci porta a Cordovado nel parco e nel labirinto delle rose di Villa Piccolomini, (venerdì 20 agosto, alle ore 18.00) per una “Passeggiata poetica nella natura tra le donne di Dante e altre storie”.
Al termine, tutti con il naso all’insù per ammirare la forza e la poesia della danza aerea della compagnia Tumblerart. I corpi sospesi disegnano una coreografia liberamente ispirata ai versi di Dante.

Il viaggio della Divina Commedia, come quello che ognuno di noi compie vivendo, ci pone di fronte ad un passaggio fondamentale nella natura dell’uomo, il limite. Oltrepassare il limite significa spingersi oltre, diventare migliori ed è anche il titolo della terza tappa (sabato 21 agosto, alle 18.30) a Monte Prât di Forgaria. Una camminata sul sentiero seguendo una partitura di movimenti, suoni e parole con la partecipazione di Silvia Dezulin e Filippo Porro del Collettivo Azioni Fuori Posto e della cantante lirica Michaela Magoga. Performance di danza aerea della compagnia Tumblerart.

Pare che Dante abbia portato a termine la scrittura del Paradiso in un castello della Lunigiana. Per la quarta tappa (sabato 28 agosto, alle ore 17.30) Molino Rosenkranz sceglie lo scenario e l’atmosfera del Castello di Cucagna a Faedis, prodigioso esempio recupero di fortificazione medievale. Al termine della camminata guidata fino al castello, le letture e i racconti si alterneranno con i canti del Coro femminile Ensemble Armonia diretto da Patrizia Avon.

“E uscimmo a riveder le stelle” ci porta alla quinta e ultima tappa (sabato 11 settembre, alle ore 19.15) all’Osservatorio Astronomico di Remanzacco per una serata dedicata all’osservazione della volta celeste e della luna con letture e musica con Giuseppe Dal Bianco flauti e suoni elettronici e Luca Nardon alle percussioni.

Per tutte date delle escursioni la prenotazione è vivamente consigliata.
Maggiori info su programma, come prenotare, ingressi, recuperi in caso di maltempo e cosa portare su: www.filaateatro.it

Fila a Teatro è organizzata da Associazione Culturale Molino Rosenkranz con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e di Fondazione Friuli.
Partner della prima parte dedicata a Dante: Comune di Clauzetto, Comune di Cordovado, Comune di Forgaria nel Friuli, Istituto per la ricostruzione del Castello di Chucco-Zucco - Seminari internazionali didattici, Il Posto Danza Verticale, Associazione Friulana di Astronomia e Meteorologia.