lettera di 15 ex  primari in difesa dei piccoli ospedali spoke. Il commento di Honsell

"La lettera dei 15 ex-primari in difesa dei piccoli ospedali spoke in Friuli, alla luce dell'Atto Aziendale di ASUFC preoccupa, ma non stupisce. Non era infatti pensabile che un documento così strategico, che aveva ricevuto pesanti critiche anche dalla stessa Azienda di Controllo e che poi era stato, per così dire, "corretto" in meno di quarantotto ore quando era emersa la bocciatura, non fosse generico e ambiguo. La questione è molto grave però. Da un raccordo disfunzionale tra hub e spoke deriva una riduzione dei servizi nelle aree interne, una perdita di fiducia dei cittadini e un aggravio insostenibile per  l'Ospedale di Udine. Che ci siano enormi squilibri tra il nodo centrale e gli ospedali di rete emerge anche dal monitoraggio dei tempi di attesa nei pronto soccorsi e dalla lunghezza delle liste di attesa. Ancora una volta la Sanità in Friuli sembra governata più da logiche di risparmio aziendalistiche che da quelle del servizio pubblico. Intendiamo portare questa discussione in Commissione Sanità." Così si è espresso Furio Honsell di Open Sinistra FVG.