Medioevo a Valvasone a kermesse continua nel prossimo weekend

Medioevo Valvasone credits Ferdi Terrazzani

Il Medioevo a Valvasone raddoppia: dopo l’avvio dello scorso fine settimana, la grande rievocazione storica, che ha come tema quest’anno la battaglia nell’anima tra vizi e virtù, torna per altri due giorni sabato 14 e domenica 15 settembre, prolungando così i festeggiamenti che erano stati sospesi domenica scorsa causa maltempo. “Guardiamola in positivo – ha spiegato Sandra Bono, presidente del Grup Artistic Furlan, sodalizio che organizza la manifestazione – è come se la rievocazione durasse quattro giorni anzichè tre e, augurandoci un bel sole splendente, potremmo rivivere un altro weekend magico all’insegna del divertimento. Sappiamo esserci altre importanti manifestazioni nel prossimo week-end, tuttavia crediamo che la nostra iniziativa rappresenti un ulteriore arricchimento dell’offerta di intrattenimento. Di certo i turisti e il pubblico della Regione non si annoieranno, in un fine settimana all’insegna delle feste”.

medioevo bambini

Le taverne aperte, la fiera medievale e spettacoli già dalle ore 19 di sabato 14 settembre, con la possibilità di cenare nell’antico Borgo e vivere l’atmosfera dell’Età di Mezzo ancora per due giorni. In più, il sabato sera sarà arricchito da diverse sorprese: per esempio il buio verrà acceso dallo spettacolo della Danza nel fuoco. Non solo, il programma della domenica verrà replicato mantenendo le principali attrazioni: al brolo non mancherà la giostra a cavallo e saranno presenti i falconieri. In più, visto il grande successo che ha avuto l’avventura medievale dedicata ai bambini (svoltasi come da programma nel pomeriggio di sabato scorso), quest’ultima verrà replicata anche domenica 15 settembre, dando così la possibilità ad ancora più bambini (dai 6 ai 14 anni) di partecipare all’assalto al castello in costume medievale. Una scelta che sicuramente farà felice il pubblico delle famiglie che già sabato scorso ha dimostrato di gradire molto le attività dedicate e ha riempito le taverne e le strade valvasonesi.

Teatro dei misteri credits Ferdi Terrazzani

Il programma del 15 settembre prevede, l’apertura della rievocazione già dalle ore 10 con il mercato medievale: si potranno ammirare i lavori di orafi, fabbri, sarti e tessitori, amanuensi e miniatori, artisti, intagliatori. Il borgo si animerà al suono di tamburi rullanti e sbandieratori. Taverne aperte dal sabato sera e poi per il pranzo e la cena della domenica, nelle quali degustare piatti medievali: dal frico alla zucca, alla carne alla griglia, dal cervo con i funghi e polenta di grano saraceno, alla zuppa di ceci e pancetta croccante, dagli gnocchi di farro alle trippe, dall’asino o cinghiale con fagioli agli affettati misti. In piazza mercato, torneranno gli animali da cortile per la gioia dei più piccoli: conigli, asinelli, pecore con agnellini, la scrofa con in maialini. Domenica anche il castello sarà aperto ai visitatori. Sarà possibile ammirare l’interno dell’antico maniero con anche il teatrino, tra i più piccoli d’Italia, e la sala degli affreschi. Alle 20 di domenica si potrà assistere alla rappresentazione della guerra dell’anima tra vizi e virtù. Nello splendido teatro naturale a cielo aperto di Piazza Castello, alla luce delle fiaccole, andrà in scena lo spettacolo tratto dalla Psychomachia di Prudenzio per la regia di Luca Altavilla, direttore artistico della manifestazione. “Ringraziamo ancora una volta i mille volontari – ha concluso Bono – che hanno lavorato a lungo per la preparazione di questa rievocazione e che ci hanno assicurato il loro sostegno anche per il prossimo weekend, garantendo così l’apertura delle taverne e la loro presenza come figuranti. Valvasone è pronta ad accogliere nuovamente i suoi visitatori”.

Potrebbero interessarti anche...