Moratoria ai Brevetti sui Vaccini: presidio martedì prossimo a Trieste

Il Comitato di Trieste della Iniziativa dei Cittadini Europei per una moratoria sui brevetti vaccini ha indetto per martedì prossimo 30 novembre un presidio in Largobarriera dalle 16 alle 19 per  spiegare le ragioni dell'iniziativa,  raccogliere firme cartacee sulla petizione  “No Profit on Pandemic” e promuovere quelle online,  solidarizzare con la manifestazione contemporanea a Ginevra, in occasione dell'apertura dei lavori dell'Organizzazione Mondiale del Commercio.  Il 30 Novembre a Ginevra si terrà una manifestazione di moltissime associazioni, organizzazioni e sindacati europei, in occasione dell’apertura dei lavori dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, dove all’ordine
del giorno vi è anche la discussione sui brevetti sui vaccini. La manifestazione di Ginevra, insieme a quelle organizzate in tutte le grandi città del mondo, chiede che i vaccini non restino sotto il controllo delle aziende private ma vengano resi disponibili alla produzione in tutto il mondo, con una moratoria che India e Sudafrica chiedono oramai da molto tempo. In gioco vi è la possibilità di sconfiggere veramente la pandemia, prima dell’insorgenza di altre e più pericolose varianti, così come si sta purtroppo e prevedibilmente verificando in Sudafrica in questi giorni. Purtroppo l’Europa, o meglio la Commissione Europea, continua a opporsi a tali richieste, a quelle della società civile e perfino – incredibilmente - alle tre risoluzioni approvate dal Parlamento Europeo che andavano in tal senso. Sembra che per la Commissione conti più salvaguardare i profitti delle case farmaceutiche, che la salute dei cittadini. L’Iniziativa dei Cittadini Europei punta a raccogliere un milione di firme perché la Commissione Europea sia costretta a discutere la possibile moratoria dei brevetti sui vaccini. Naturalmente una tale discussione non porterebbe ad alcun risultato senza una continua e mobilitazione e pressione dal basso, che vogliamo ottenere anche con le nostre presenze in piazza Iniziativa dei Cittadini Europei “No Profit on Pandemic”
C