“Nannarella” di Carlos Atoche

Analisi racconto del murales di Carlos Atoche

anna-magnani

Lo sguardo di Annarella a Corcolle (RM)

L'opera è stata realizzata dall'artista peruviano Carlos Atoche a Corcolle, frazione della città di Roma ed è stata 'commissionata' da una coppia di anziani, ormai soprannominati “i nonni underground”, residenti nell'edificio che fa da 'tela' a quest'opera immensa. Il volto appartiene all'attrice romana Anna Magnani, indiscussa e memorabile icona del cinema italiano, riconosciuta in tutto il mondo.

L'opera, seppur realizzata in bianco e nero, con colori quindi spenti e neutri, dà un tocco di vivacità e creatività al piccolo paese. Le dimensioni del dipinto fanno si che tale volto non passi inosservato neanche al passante più distratto; ciò lo si può attribuire anche agli occhi e allo sguardo penetrante, quasi malinconico della Magnani.

L'interruzione dei capelli che si addossano alla finestra possono farci credere quasi che quel volto sia impresso lì in quella casa e ormai ne faccia parte, addirittura da poter entrare in stretto contatto con l'architettura dell'edificio. L'accenno al busto e al collo dell'attrice è in qualche modo in simbiosi con la vegetazione circostante e sembra quasi un flusso ininterrotto di piante, grigio, verde, tinta e foglie, come se il corpo si estendesse in tutto lo spazio esterno all'edificio.

Un Anna imponente, degna del proprio cognome; è così che ce la presenta Carlos Atoche, che possiamo supporre abbia utilizzato questi colori neutri per ricordare il ruolo magnifico e inimitabile dell'attrice nel mondo del cinema, la quale lavorò con personaggi di spicco tra cui Pasolini, Totò, Alberto Sordi. Un volto, uno sguardo, una donna, e l'arte che ancora una volta dona emozioni tra le strade delle nostre città che molto spesso possono apparire vuote, ma ciò è solo l'inizio, perché la street art, insieme alla "street poetry" riempiranno di sorprese i nostri occhi e i nostri cuori.

di Federico J. Giaccari

Ringraziamo per questa prima analisi di Street Art, Federico J. Giaccari, dell'Università del Salento

Le seguenti analisi faranno parte di uno spazio aperto nel quale  dare la possibilità a studenti di materie umanistiche, lettori e critici, di poter scavare oltre, nei significati, nelle singole caratteristiche e stili della street arte&poesia, seguendo una forma di analisi poetica e semiotica proposta dalla lettura critica di codici visivi. Per chi volesse ulteriori informazioni su questa rubrica on-line e/o pubblicare qualche analisi può contattarci: poeti.della.sera@gmail.com (Associazione culturale Poeti della Sera)