Nuovo appuntamento del progetto regionale “Fai un giro in vigna”

Proseguono gli incontri del progetto “FAI un giro in vigna” nato dalla sinergia tra le Delegazioni e i Gruppi FAI del Friuli Venezia Giulia per coniugare amore per il territorio e cultura della sostenibilità attraverso la proposta di una nuova esperienza che unisce natura, cultura enogastronomica e storia locale.

Il vino, infatti, è un prodotto che porta con sé un importante bagaglio di tradizioni e, allo stesso tempo, è fortemente calato nella contemporaneità. L'idea di fondo è quella di raccontare il territorio in maniera circolare: dalla terra al prodotto in tutte le sfaccettature e implicazioni. Un “giro” in senso sia letterale sia metaforico, un modo per recuperare il legame più profondo e diretto con il territorio attraverso le eccellenze del nostro tempo.

Il prossimo appuntamento, organizzato dalla Delegazione FAI di Gorizia, è per domenica 14 novembre a Cormons (Località Zegla, 17) e vede protagonista l’Azienda agricola Edi Keber (http://www.edikeber.it/). La visione di Kristian Keber, figlio di Edi, intende il vigneto come parte di un tutto più grande che comprende il suolo, la biodiversità naturale e agraria, con particolare attenzione ai vitigni autoctoni e all’utilizzo degli animali per la manutenzione del territorio e il ricircolo degli elementi. Insieme alla sorella Veronika, Kristian accompagnerà i partecipanti in un percorso alla scoperta dell’azienda (i cui 12 ettari di vigneto producono 50.000 bottiglie) partendo dalla terra per arrivare in cantina e concludere con una degustazione.

Informazioni utili - Sono previsti tre turni da 15 persone ognuno con partenza alle ore 9, 11 e 14. I posti sono limitati e la prenotazione obbligatoria scrivendo a gorizia@delegazionefai.fondoambiente.it. Per ulteriori informazioni chiamare il numero +39-340-0517212 (Andrej). A sostegno delle attività del FAI viene richiesto un contributo minimo di 2 euro per i soci e 5 euro per i non soci. Possibilità di iscriversi al FAI in loco. Sarà necessario essere in possesso di Green Pass valido. In caso di previsioni meteo avverse o di nuove disposizioni sanitarie l’evento potrà essere annullato.